Sabato, 25 Settembre 2021
Partner

La torrefazione pugliese pronta per l’estate post covid

L’azienda, local leader, non si ferma per rispondere alla domanda di caffè, in crescita con l’estate

L’estate da poco iniziata si preannuncia la più “italiana” da tempo a questa parte: in virtù delle limitazioni sugli spostamenti tra nazioni, quest’anno il flusso turistico sarà principalmente intermo. Ben otto italiani su dieci spenderanno infatti le loro vacanze nella penisola, diretti principalmente verso Puglia, Sicilia e Sardegna.

Questo carattere prettamente nazionale delle scelte vacanziere da un lato sarà un’opportunità importante che permetterà ai viaggiatori di riscoprire e apprezzare le bellezze della nostra penisola e la straordinaria varietà artistica, culturale e naturale del suo territorio, dall’altro un’occasione per baristi e ristoratori –  specialmente delle regioni che si apprestano ad essere maggiormente visitate –  per tornare a guardare con ottimismo al futuro grazie a migliaia di potenziali nuovi clienti.

Un ottimismo che, come ha osservato recentemente in un’intervista Antonio Quarta – Amministratore Unico dell’azienda di torrefazione pugliese Quarta Caffè –, è legittimato dai numeri: a dispetto delle previsioni più fosche, nove bar su dieci hanno riperso a lavorare nel post-pandemia e nonostante l’innegabile blackout di due mesi dovuto al lockdown, i segnali sembrano ora incoraggianti e questo settore messo in grande difficoltà dall’emergenza sanitaria è finalmente pronto per la ripresa.

Ovviamente il turismo interno ai confini nazionali di questa estate potrà sicuramente facilitare e accelerare questo processo, ma al tempo stesso sarà fondamentale anche la capacità di baristi e ristoratori di rimettersi in gioco e investire con convinzione sulla qualità del servizio offerto.

Questo è anche il parare di Antonio Quarta: «La rotta è sempre quella: puntare su professionalità e qualità. La torrefazione ha investito moltissimo nei corsi per barman, con le varie specializzazioni: come azienda, da anni organizziamo corsi su “Espresso perfetto” e cappuccino “latte Art”. Inoltre, mio figlio Edoardo ha allestito un laboratorio di R&S tutto suo dedicato all’analisi sensoriale e sul controllo di qualità delle varie origini di caffè, utilizzando particolari tecniche e dispositivi che si basano su standard internazionali certificati.».

Valorizzazione della qualità del prodotto e approccio sinestetico sono d’altronde la filosofia aziendale di Quartà Caffè.

Nata come piccole torrefazione, a partire dagli anni Settanta in poi Quartà Caffè si è trasformata in una vera e propria grande azienda, fino a diventare local leader del settore. Il progressivo processo di industrializzazione ha rafforzato il marchio senza sacrificare la qualità del prodotto, estendendo sia la produzione che le vendite oltre il confine regionale e nazionale, e perfezionato le tecniche di packaging per mantenere inalterata la fragranza e la qualità del prodotto. Ciò è stato reso possibile continuando da sempre a produrre miscele di caffè non sottovuoto, ma macinato fresco, ovvero “caffè vivo” che conserva il suo aroma e fragranza.

E a fronte alla grande richiesta di caffè prevista per l’estate, specialmente nel visitatissimo Salento, la torrefazione Quarta Caffè - in questa estate post covid - come tutti gli anni è pronta ad incrementare la produzione rimanendo aperta per tutto il mese d’agosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La torrefazione pugliese pronta per l’estate post covid

BariToday è in caricamento