Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Decentramento, vicino l’accordo sui 5 municipi. Ma prima dell’estate non arriverà in Consiglio

Dopo la mediazione di Emiliano, l'intesa sembra essere stata raggiunta. Ma la discussione in Consiglio non avverrà prima di metà giugno. Ancora aperta invece la questione del numero di consiglieri

La mediazione di Emiliano sta andando in porto. L’accordo sulla configurazione dei Municipi sembra raggiunto, anche se le fibrillazioni interne alla maggioranza non garantiscono tranquillità alla giunta comunale. L’idea del sindaco è quella approvare il decentramento amministrativo disegnando cinque municipi: due a garanzia delle autonomie di Carbonara-Ceglie-Loseto e Palese-Santo Spirito; tre accorpati conservando un’omogeneità sul numero di abitanti.

La tela sembra essere ricomposta, anche se la prova del nove la si avrà solo in consiglio che sull’argomento non si esprimerà prima della metà di giugno. Il perché è presto detto: il provvedimento assumerà la forma di una vera e propria delibera e non di un semplice atto d’indirizzo, come avvenuto con la proposta di decentramento varata dall’assessore al ramo Mara Giampaolo e rigettata dal consiglio circa un mese fa.

Il documento dovrà essere posto al vaglio di tutte le nove circoscrizioni  per un parere tecnico e politico. Una questione aperta è invece rappresentata dal numero di consiglieri che dovranno comporre i municipi. Il PdL (che di municipi ne vorrebbe sei, ndr) propose di passare da 152 a 76 compresi i presidenti: dieci consiglieri nei municipi con popolazione fino a 50mila abitanti, 15 per quelli di capienza superiore. Ora sembra che l’asticella possa diminuire anche in funzione di una riduzione dei costi, ma la certezza arriverà soltanto quando la delibera transiterà in consiglio per la votazione finale. L’obiettivo è di chiudere prima dell’estate in modo da iniziare a pianificare anche la prossima campagna elettorale. Infatti, nel 2014 i baresi andranno a votare non solo per scegliere il prossimo sindaco e consiglio comunale , ma anche per decidere la composizioni dei rispettivi consigli municipali. Sempre che tutto fili liscio. In questi tempi, a Palazzo di Città, nulla è scontato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decentramento, vicino l’accordo sui 5 municipi. Ma prima dell’estate non arriverà in Consiglio

BariToday è in caricamento