menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Da settimane disagi insostenibili": crisi idrica, la protesta della Lega davanti al palazzo AqP

Manifestazione in via Cognetti degli esponenti salviniani regionali e locali: "Cittadini convivono da troppo tempo con i problemi. Salto indietro di duecento anni"

Protesta, questa mattina, dinanzi alla sede dell'Acquedotto Pugliese in via Cognetti a Bari, da parte degli esponenti pugliesi della Lega, contro i tagli alla fornitura d'acqua arrivati nelle scorse settimane per fronteggiare la siccità e la ridotta fornitura contenuta in dighe e invasi a disposizione di AqP. Alla manifestazione dinanzi allo storico palazzo dell'Umbertino, hanno partecipato il segretario regionale della Lega Rossano Sasso, il consigliere comunale barese Giuseppe Carrieri, il consigliere regionale Andrea Caroppo, l'onorevole Nuccio Altieri, e i dirigenti cittadini Anna Rita Tateo e Pino Monaco.

"Grossi problemi per i cittadini"

"Nella Bari di Decaro e nella Puglia di Emiliano  - affferma Sasso - ci sono persone anziane che non possono accendere i termosifoni, bambini che non possono lavarsi, cittadini che sono costretti a raccogliere le proprie feci perché manca l'acqua dello scarico. Interi quartieri costretti a fare un passo indietro di 200 anni, mentre l' AqP nè rimedia alla disastrosa situazione degli sprechi storici, nè aiuta i cittadini in difficoltà, nè individua rimedi efficaci". Nei prossimi giorni la protesta si sposterà nei quartieri cittadini: "Chiediamo che venga risolto il problema delle perdite nella rete - afferma Giuseppe Carrieri -. E' inammissibile che sia un consigliere di opposizione a sollecitare AqP e non il sindaco a chiedere l'apertura di un tavolo istituzionale al problema, essendo la massima autorità sanitaria cittadina. Il problema è serio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento