menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due passi indietro per l'assessore regionale Maurodinoia: Lady preferenze si dimette da consigliera comunale e metropolitana

A Palazzo di Città entrerà Romeo Ranieri, primo dei non eletti con 1520 voti della lista Sud al Centro, al suo terzo mandato da consigliere comunale. All'ex Provincia, invece, subentrerà Alessandra Anaclerio

Anita Maurodinoia fa due passi indietro: la neoassessore regionale ai Trasporti ed eletta con il Pd in Consiglio pugliese ha deciso di rinunciare ai suoi ruoli di consigliera comunale di Bari e della Città Metropolitana. I ruoli non erano incompatibili ma Maurodinoia ha comunicato le sue dimissioni. A Palazzo di Città entrerà Romeo Ranieri, primo dei non eletti con 1520 voti della lista Sud al Centro, al suo terzo mandato da consigliere comunale. All'ex Provincia, invece, subentrerà la consigliera comunale barese Alessandra Anaclerio.

“Lasciare il Comune e la Città Metropolitana di Bari dopo tanti anni di impegno politico, per potermi occupare a tempo pieno dell’impegnativo ruolo di assessore regionale - dichiara Maurodinoia - se da un lato mi procura nostalgia, dall’altro mi riempie di ottimismo e di speranza confidando sulle qualità morali e politiche di chi mi sostituirà”.

“Avendo avuto modo di apprezzare  -conclude Maurodinoia- durante i miei sette anni di consigliere comunale del capoluogo pugliese, le doti amministrative ed umane dei colleghi Romeo Ranieri e Alessandra Anaclerio, sono certa che entrambi svolgeranno il proprio compito con la serietà, professionalità e competenza che li contraddistingue, a vantaggio della nostra comunità. Da parte mia, anche se da assessore regionale, in sinergia con i subentrati ai quali rivolgo gli auguri di buon lavoro ed in collaborazione con tutti i consiglieri, gli assessori e il sindaco Decaro, continuerò ad occuparmi e preoccuparmi della crescita della città e del benessere dei baresi. Allo stesso modo, per quanto riguarda la ex provincia di Bari, oggi Città Metropolitana, che dopo circa 12 anni di mandato continuerò a portare nel cuore, non potrò fare a meno di contribuire e di sostenerla nell’esclusivo interesse dei cittadini dei 41 comuni che la compongono. Infine, un saluto ed un sentito ringraziamento a tutto il personale ed in modo particolare all’apparato tecnico ed amministrativo, sia del Comune sia della Città Metropolitana, che con competenza e professionalità mi hanno arricchito in questa indimenticabile esperienza politica ed umana”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento