Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il senatore Nencini a Bari per il 125esimo anniversario del PSI: "Terra di grandi battaglie civili"

Alle 12.30 si è tenuto l'ultimo incontro in Fiera del Levante, al termine della due giorni di celebrazioni con il segretario nazionale del partito

 

"Questa terra ha espresso in questi 125 anni di storia leader, grandi battaglie di civiltà, ha dato i suoi morti per combattere per la libertà degli italiani". Con queste parole il senatore Riccardo Nencini, segretario nazionale del Partito socialista italiano, ha commentato la scelta di ospitare a Bari le celebrazioni per il 125esimo anniversario del PSI. A Nencini fa eco il segretario del Pci barese, Claudio Altini: "La città ha dato tanto al partito socialista. Qui si tenne l'ultimo grande congresso nel 1991 e su scala nazionale è stata scelta Bari proprio per dare slancio a questo nuovo progetto socialista".

E lo ha fatto con una due giorni di incontri in Fiera del Levante, che hanno visto la presenza di grandi ospiti locali e nazionali che hanno fatto la storia del partito. Oggi alle 12.30 è terminato l'evento con le conclusioni, a firma dello stesso Nencini, dal titolo: "La sinistra che ti protegge". Tra i tanti temi trattati ci sono il mondo della politica e dell'economia europea, la questione delle migrazioni (con il connesso dibattito sullo Ius Soli), ma anche il sistema fiscale che sfavorisce i giovani in Italia. Impossibile poi non citare altre questioni di grande attualità: dall'assetto del centrosinistra - il senatore ha chiesto che sia "un progetto definito, una sinistra riformista forte e coesa", fino alla legge elettorale, che vorrebbe basata su un assetto maggioritario ("chi va a votare deve sapere per chi vota e per fare che cosa subito dopo il voto"). 

Gli incontri sono stati quindi occasione anche per rilanciare tre direttrici di azione: il voto alla scadenza naturale, una legge elettorale di stampo maggioritario, un patto con gli italiani siglato da tutta la sinistra riformista. Oltre ad un centinaio di simpatizzanti, in Fiera erano presenti  fra gli altri Ugo Intini, Claudio Martelli, Claudio Signorile e, tra gli esponenti del socialismo pugliese, Alberto Tedesco - già senatore-, Gianvito Mastroleo, animatore della "Fondazione Di Vagno", Franco Borgia  già parlamentare di Barletta -, che aprendo i lavori ha salutato "il compagno Rino Formica che tanto ha dato e continua a dare alla storia del socialismo italiano", e poi Daniela Mazzucca, prima e sinora unica donna sindaco di Bari nel 1992, quando il capoluogo pugliese fu, per una breve stagione, "la città più socialista d'Italia".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento