Politica

Decaro eletto alla guida dell'Anci: "Farò il presidente ascoltando tutti"

Il sindaco di Bari succede a Piero Fassino alla presidenza dell'associazione dei Comuni italiani: "Dimenticherò di avere una tessera di partito perchè siamo del partito dei sindaci". L'invito al M5S: "Il loro contributo determinante"

"Sono uno di noi che ha la responsabilità, assieme a una squadra agguerrita, di rappresentare tutti noi. Voglio che anche chi vuole un cambiamento possa far parte della squadra. Farò il presidente dell'Anci ascoltando tutti. Ascolterò alla stessa maniera la sindaca di Roma e il sindaco di Moncenisio (30 abitanti), quelli del Nord, del centro e del sud. Dimenticherò di avere una tessera di partito perchè siamo del partito dei sindaci. Questi rappresentano la spina dorsale del Paese".

Ha esordito così il sindaco di Bari, Antonio Decaro, nel suo discorso subito dopo l'elezione a presidente nazionale dell'Anci. Decaro, renziano della prima ora, ha preso così il posto di Piero Fassino alla guida dell'associazione dei Comuni italiani, mettendo subito in chiaro la sua volontà di lavorare andando al di là delle appartenenze politiche, di cercare l'unità.

"La nostra richiesta è liberateci dai vincoli normativi, dalla burocrazia, dal blocco del turnover. L'Italia così potrà tornare a volare - ha detto ancora il neoeletto presidente - Noi dobbiamo ritrovare la corrispondenza che i sindaci hanno con i loro concittadini. Cercherò di fare una sorta di presidente attack. Da Accumoli ad Amatrice, da Zapponeta ad Ercolano. L'Anci deve diventare sindacato dei cittadini. Ringrazio Piero Fassino per il percorso di crescita politico, istituzionale e umano. È un galantuomo. L'ultimo pensiero va a Sud. L'Ultimo eletto era stato 21 anni fa. È un bel segnale di incoraggiamento. Vi dico con convinzione che ce la stiamo già facendo. Fidatevi di noi".

Decaro ha poi rivolto un esplicito invito a collaborare ai sindaci 5 Stelle (che durante la votazione hanno scelto l'astensione): "Loro dei 5 stelle - ha detto Decaro - chiedono un cambiamento, e li ho invitati a far parte della squadra. Credo che il loro contributo sarà determinante per lo sviluppo dei nostri Comuni".

L'elezione di Decaro nell'ambito del congresso Anci è stata preceduta dall'intervento di Piero Fassino, che ha motivato il sostegno alla candidatura del sindaco di Bari: " Penso - ha detto il presidente uscente dell'Anci - che stiamo facendo una scelta importante per l'associazione che rappresenta in modo unitario 8mila comuni. La scelta di Decaro è importante e forte. Dopo molti anni eleggiamo presidente un sindaco di una grande città del sud. Eleggiamo un amministratore di comprovata esperienza e ha la cassetta degli attrezzi per maneggiare i problrmi quotidiani. Decaro è anche giovane ed esprime bene una nuova generazione di amministratori locali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decaro eletto alla guida dell'Anci: "Farò il presidente ascoltando tutti"

BariToday è in caricamento