menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Referendum, Renzi a Bari per il Sì: "Il cambiamento ora dipende dagli italiani"

Il premier in Fiera alla manifestazione organizzata dal comitato 'Basta un Sì': "15 giorni decisivi che possono cambiare i prossimi anni. Vittoria del Sì? Sarà grande operazione di democrazia"

La campagna a sostegno del Sì al referendum costituzionale riporta Matteo Renzi a Bari. A distanza di un mese dalla sua partecipazione all'assemblea Anci, il premier è tornato ieri nel capoluogo per partecipare, in Fiera, ad una manifestazione organizzata dal comitato 'Basta un Sì'. Ad accoglierlo il sindaco Antonio Decaro, neo presidente dell'Anci.

"Stiamo entrando nei quindici giorni che possono cambiare i prossimi anni - ha detto Renzi - Sono decenni che tutti promettono qualcosa cambierà, adesso questo cambiamento dipende da voi, da noi". "Vincerà il No? - ha chiesto rivolgendosi alla platea - Vorrà dire che gli italiani avranno deciso che va tutto bene come stiamo andando fino ad oggi". "Vincerà il Sì? Sarà una grande operazione di democrazia". 

Nel suo intervento, il presidente del Consiglio non ha risparmiato attacchi al fronte del No. Per quanto riguarda le polemiche relative alle lettere che il Pd sta inviando ai cittadini per spiegare le ragioni del Sì, Renzi ha annunciato querela per "tutti quelli che dicono che abbiamo usato soldi delle istituzioni". "Le lettere - ha spiegato - non sono pagate con i soldi degli italiani ma dai comitati" del Pd. E ancora, a proposito di Europa, il premier ha lanciato la sua stoccata a Salvini, che "detesta l’Europa tutti i giorni tranne il 27 del mese quando deve riscuotere anche lui". 

A chi lo accusa di sfuggire il confronto, Renzi replica di aver chiesto un incontro con Beppe Grillo, "ma non mi ha risposto", e aggiunge: "Un elettore di Grillo per votare No al referendum dovrebbe non guardare la scheda".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento