Politica

Autorità idrica pugliese, rinviato l'esame del disegno di legge

I consiglieri regionali dovranno approfondire i contenuti del decreto governativo sullo sviluppo che prevede anche l'istituzione dell'Agenzia nazionale sulle risorse idriche

Riprenderà il 19 e 20 maggio prossimi l'esame in Consiglio regionale del disegno di legge sulla "Istituzione dell'Autorità idrica pugliese". Il rinvio è stato deciso stamattina dal Consiglio regionale su proposta dell'opposizione, in considerazione del nuovo decreto legge sullo sviluppo approvato nei giorni scorsi dal governo nazionale, con il quale la nuova legge regionale sulla pubblicizzazione dell'acqua potrebbe entrare in contrasto.

Il decreto legislativo prevede infatti, tra le altre cose, l'istituzione di una Agenzia nazionale sulle risorse idriche. Questi giorni di rinvio sarano quindi necessari ai consiglieri regionali per studiare a fondo i contenuti del decreto e individuare i possibili punti di conflitto con la legge regionale.


Soddisfatto il capogruppo del Pdl Rocco Palese, che ha sottolineato la necessità di rivedere i contenuti della legge regionale alla luce del nuovo decreto: “La prima necessità – ha detto Palese – è quella di confrontare il testo del DDL della Giunta con quello del Decreto nazionale, onde evitare che la Puglia approvi l’ennesima Legge censurabile dalla Corte Costituzionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autorità idrica pugliese, rinviato l'esame del disegno di legge

BariToday è in caricamento