Gli autovelox della 'discordia' sulla Statale 96, è ancora polemica tra Conca e il sindaco di Grumo

Nuovo botta e risposta dopo la segnalazione del consigliere regionale del M5S. Il primo cittadino: "Se la prenda col ministro Toninelli per il lavori sulla Ss 96"

"È singolare che il sindaco di Grumo faccia riferimento ad un incidente su un altro tratto della SS 96 per avvalorare la tesi che l’autovelox serva a preservare la pubblica incolumità". Il consigliere regionale pugliese del M5S, Mario Conca, torna sulla polemica riguardante la presenza dei rilevatori di velocità sulla Statale che collega Bari ad Altamura citando uno stato Fb del sindaco di Grumo Appula , Michele D'Atri. Conca, nei giorni scorsi, ha sostenuto che i telerilevatori sulla Ss 96, in territorio grumese, provocherebbero rallentamenti bruschi da parte degli automobilisti e di conseguenza un rischio maggiore d'incidenti

Il primo cittadino, ha risposto postando questo messaggio sul popolare social network: "Ancora incidenti sulla Strada Statale 96, ieri sempre in prossimità di un tratto cantierizzato nei pressi di Altamura, fortunatamente i passeggeri dell’auto coinvolta non sono in pericolo di vita. Alcuni giorni fa altro incidente frontale tra due auto, cosa ha da dirci il Consigliere Regionale Mario Conca?". E poi ancora: "Consigliere Conca se le stanno veramente a cuore i problemi dei cittadini e soprattutto quelli di Gravina, chiami il Ministro Toninelli e lo inviti a farsi un giro in macchina a partire dal punto dove è venuto a fare il défilé qualche settimana fa in occasione dell’inaugurazione del tratto SS 96 Palo/Modugno , proseguendo in direzione Altamura/Gravina/Matera. Conca, se ne è capace, faccia accelerare la fine dei lavori della SS 96, perché il suo Ministro sta facendo una pessima figura con i turisti che transitano per raggiungere Matera, ma soprattutto state mettendo a dura prova la pazienza dei lavoratori pendolari di Gravina e Altamura che quotidianamente utilizzano quella strada di importante collegamento con Bari e paesi limitrofi, così come per coloro che devono raggiungere l’Ospedale della Murgia". 

La replica del consigliere regionale non si è fatta attendere: "È singolare che il sindaco di Grumo faccia riferimento ad un incidente su un altro tratto della SS 96 per avvalorare la tesi che l’autovelox serva a preservare la pubblica incolumità. Il riferimento è all’incidente occorso qualche giorno fa ad Altamura che, verosimilmente, è stato dovuto alla carente segnalazione del cambio improvviso di corsia e non alla velocità. Volevo tranquillizzarlo dicendogli che ho più volte provveduto a segnalare i numerosi pericoli e a chiedere informazioni ad Anas, a mezzo pec e via WhatsApp all’ingegner Castiglione, ricevendo report sugli stadi di avanzamento dei lavori dei diversi lotti, compreso il vostro modus operandi e il viadotto di Piscina dei preti, bloccato da 19 mesi, che è di competenza del comune di Modugno. Approfitto per ricordargli che la competenza è prettamente ministeriale e sono i parlamentari e i ministri che stanno seguendo il completamento dei lavori, sono tanti gli interventi pubblici che hanno fatto e che potrà trovare con una semplice googolata, si informi. Infatti, il sottoscritto - conclude Conca - non ero presente all’inaugurazione del nuovo tratto di Palo del Colle, non mi piace presenziare a cose che non attengono al mio ruolo politico, ma lo rassicuro che, da cittadino, sono il primo a desiderare il completamento della Strada Statale, non fosse altro perché, a differenza sua, la percorro due volte al giorno".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Rissa in strada al Libertà, intervengono le Forze dell'ordine: "Bottiglie di vetro usate come armi"

  • Furto notturno nella stazione di servizio: ladri in fuga dalla polizia si schiantano contro recinzione

Torna su
BariToday è in caricamento