menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bandi di concorso in Amtab e Amiu, Romito attacca: "Inaccettabili. Servono trasparenza ed equità"

Il vicepresidente del Consiglio comunale: "Il sindaco Decaro intervenga e l'azienda di trasporto ritiri le due procedure. Vi sono criteri di selezione ambigui"

Il vicepresidente del Consiglio comunale di Bari, Fabio Romito (Lega) chiede chiarezza sui bandi di concorso di recente predisposti dall'Amtab e dall'Amiu per assumere nuove figure professionali: "In un momento delicato come quello che stiamo vivendo - dice - , sia sul fronte occupazionale che su quello sociale, consentire a due aziende pubbliche di assumere personale e dirigenti a tempo indeterminato senza la necessaria trasparenza ed equità è insopportabile e vergognoso". 

"I due bandi predisposti da Amtab per assumere a tempo indeterminato 3 collaboratori di segreteria e 11 dipendenti sono infatti assolutamente grotteschi - sostiene l'esponente leghista - e impediscono una reale parità di competizione fra i candidati. Requisiti di ammissione molto particolari (aver lavorato un anno in aziende di trasporto per la mansione di collaboratore di segreteria, o il conseguimento del diploma entro il 19º anno d’età) e criteri di selezione ambigui (sola prova orale con commissione interna e priorità a chi abbia lavorato almeno un anno in azienda) sono infatti l’indice di procedure d’assunzione inadeguate e sospette.  Ho chiesto all’azienda di revocarle immediatamente e procedere con metodologie trasparenti ed eque".

"Discorso simile può essere svolto per Amiu - aggiunge Romito -, dove addirittura si assume un dirigente a tempo indeterminato, con uno stipendio da capogiro, mentre il personale già in servizio percepisce stipendi ridicoli e le progressioni all’interno dell’azienda sono diventate un miraggio. Inaccettabile, il Sindaco Decaro intervenga immediatamente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento