Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica

"Bilancio con numeri fantasma e approvato in ritardo", il centrodestra attacca il Comune

I consiglieri di opposizione: "Se tutto va bene ci sarà la definitiva approvazione a novembre, con il rischio di sanzioni. Ci sembra tutto una forzatura"

"Se tutto va bene la Città di Bari approverà il proprio bilancio consolidato 2016 a novembre 2017, anziché entro il 30 settembre scorso. Si tratta di una violazione della legge da parte dell'Amministrazione Decaro": il centrodestra a Palazzo di Città attacca la Giunta comunale dopo il sì al documento arrivato il 3 ottobre, nel quale si sottolineavano gli utili di Amtab, Amiu, Multiservizi e Rete Gas. Le opposizioni, nel corso di una conferenza stampa nella quale erano presenti i consiglieri Giuseppe Carrieri (Impegno Civile), Filippo Melchiorre (Fratelli d'Italia), Romeo Ranieri e Michele Picaro (Ap), contestano le modalità d'azione dell'Amministrazione cittadina: "Approvare in ritardo - spiega Carrieri - provocherà l'incorrere in sanzioni. Ci sembra un po' tutto una forzatura. Il bilancio 2016 dell'Amgas, non risulta ancora approvato dall'assemblea dei soci e quindi i dati relativi all'azienda nel documento contabile non risultano certi o sicuri. Amgas, tra l'altro, presenterebbe un calo del fatturato del 27% e degli utili del 57%. In più troviamo un'Amtab fortemente sottocapitalizzata e poco solvibile, oltre al Maab che ha una perdita di oltre 1,7 milioni, che il Comune dovrà ripianare. La situazione ci appare preoccupante, anche perché i 51 milioni di proventi e oneri straordinari tra le voci del conto economico nel bilancio consolidato 2016" che complessivamente prevede un utile d'esercizio di circa 35 milioni, "ci sembra - aggiunge Carrieri - un'operazione di maquillage".

Melchiorre ipotizza il "blocco delle assunzioni fino all'approvazione del Consiglio"

Filippo Melchiorre ipotizza "il blocco delle assunzioni per effetto di questo bilancio, fino a quando non sarà definitivamente approvato dal consiglio Comunale. Il sindaco dovrebbe restare più tempo in città che passare 2 giorni e mezzo a settimana a Roma". Sulla stessa lunghezza d'onda anche Ranieri: "Andiamo avanti  - afferma - solo con numeri fantasma e un bilancio andato in pareggio solo con alcuni crediti". Anche Picaro sottolinea come l'Amtab "si regga solo sui guadagni delle zone di sosta programmata e dei parcheggi mentre l'Amiu viene pagata solo dai cittadini grazie a tasse tra le più alte d'Italia e ai costi del porta a porta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bilancio con numeri fantasma e approvato in ritardo", il centrodestra attacca il Comune

BariToday è in caricamento