Disguidi sui nuovi bus Amtab, botta e risposta in Comune. Decaro: "Strumentalizzazioni"

Il primo cittadino commenta le segnalazioni degli ultimi giorni: "Piccoli problemi su mezzi appena entrati in servizio". Picaro: "Servizio resta non dignitoso"

Prosegue il botta e risposta tra maggioranza e opposizione al Comune di Bari sulla questione dei nuovi bus Amtab, in questi giorni 'attanagliati' da problemi e piccole anomalie. Dopo la replica dell'azienda anche il sindaco Antonio Decaro interviene con una nota: "Ho visto - afferma - che ci sono dipendenti dell’Amtab che hanno inaugurato una nuova rubrica quotidiana sui disservizi dell’Amtab, utilizzando i piccoli guasti che ci sono sugli autobus nuovi, che abbiamo comprato investendo 12 milioni di euro. Un investimento che non ha eguali nella storia dell’azienda. Oggi sono state pubblicate foto che segnalavano disservizi a causa della rottura di autobus presso due capolinea. Non ci sono stati disservizi. L'azienda ha comunicato di aver riportato in deposito due bus che avevano completato le corse al capolinea (quindi non durante la corsa lungo la linea senza creare disservizi agli utenti) per sistemare la telecamera della porta centrale ed uno specchietto retrovisore. Piccoli problemi quotidiani che si verificano anche su bus nuovi soprattutto quando sono appena entrati in servizio e sono in fase di rodaggio. Non sono stati fatti scendere passeggeri e non c’è stato alcun disservizio. Evidentemente le foto inviate avevano il solo scopo di infangare l’azienda e il servizio di trasporto pubblico, armando qualcuno che le sta utilizzando per fare campagna elettorale".

"Autobus normalmente in servizio"

"Questo qualcun - aggiunge il primo cittadino -  appartiene alla stessa parte politica che in aula consigliare chiede a gran voce di vendere l’azienda che noi abbiamo voluto mantenere pubblica, anche per salvaguardare i tanti lavoratori onesti che ci sono. Ricordo a tutti che gli autobus nuovi sono stati acquistati anche per garantire la massima sicurezza per gli autisti e per tutti i passeggeri. Detto questo, oggi sono usciti normalmente 130 autobus come ogni santo giorno.  Ma se qualche dipendente dell’Amtab crede sia meglio vendere l’azienda, come chiede qualche consigliere comunale, con tutti i rischi che questo comporta, io sono disponibile ad un confronto anche partecipando ad una assemblea in azienda, mettendoci la faccia, chiaramente, come ho sempre fatto". In mattinata, il primo cittadino si è recato nuovamente presso il gabbiotto dell'Amtab presso il capolinea di Piazza Moro per incontrare e parlare direttamente con gli autisti e per verificare personalmente se ci fossero disservizi sugli autobus. 

La replica di Picaro

Alle parole di Decaro sono seguire quelle del consigliere cpmunale Michele Picaro (Forza Italia), tra coloro che, ngli ultimi giorni, ha segnalato disservizi: "In merito agli ennesimi autobus in avaria - dice - apprendo delle dichiarazioni del sindaco Decaro che etichetta come strumentalizzazioni politiche le mie legittime denunce sui disagi arrecati dal servizio di trasporto pubblico locale, arrivando a “minacciare” i dipendenti della stessa azienda su eventuali informazioni che mi avrebbero trasmesso, paventandogli il rischio della privatizzazione dell’azienda. Dopo 4 anni ho imparato a conoscerlo e quando non ha temi da argomentare sul fallimento dell’azienda cerca sempre di buttarla a rissa. Purtroppo per lui, non cederò alle provocazioni ma continuerò ad alzare il livello di attenzione su un servizio non dignitoso per una Città capoluogo e di cui il sindaco detiene da decenni la delega alla mobilità. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Di tutto questo mi spiace dei disagi che quotidianamente subiscono i cittadini baresi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

Torna su
BariToday è in caricamento