Case popolari di Bari "in pessime condizioni", la proposta: creare task force per gli interventi di manutenzione

Lo afferma il consigliere comunale barese di Fratelli D'Italia, Filippo Melchiorre. "Ogni giorno - spiega - riceviamo lamentele da parte di moltissimi cittadini"

Immagine di repertorio

"‘Gli alloggi comunali" di Bari "versano in pessime condizioni. Va creata una task force permanente potenziando la ripartizione competente con maggiori risorse umane ed economiche": lo afferma il consigliere comunale barese di Fratelli D'Italia, Filippo Melchiorre. "Ogni giorno - spiega - riceviamo lamentele da parte di moltissimi cittadini che lamentano le pessime condizioni in cui versano i 3000 alloggi di proprietà del Comune di Bari tra la città e l’area metropolitana. Anche il Sunia, sindacato notoriamente non vicino alla nostra parte politica, ha sottolineato che 'la situazione in queste zone è ormai inaccettabile, gli inquilini vivono nell’acqua e senza riscaldamento, con la caduta inoltre di intonaci e calcinacci, e nonostante questo, all’orizzonte non si profilano interventi di manutenzione straordinaria: le istituzioni latitano e le risposte non arrivano’ ".

Per l'esponente di centrodestra "occorre dare attuazione alla legge regionale 10/2014 e prevedere un’attività di manutenzione straordinaria vista l’assenza totale, negli anni, di quella ordinaria. E’ necessario, inoltre, semplificare i rapporti tra il Comune e gli utenti che spesso non dispongono di strumenti informatici per l’invio di pratiche e richieste di intervento (per esempio pec…). Questi ultimi, infatti, non sarebbero quasi mai informati dello sviluppo dei lavori di manutenzione. E, qualora fosse così, non sarebbero rispettati tutti i vincoli previsti dalla normativa vigente che prevede la partecipazione dei cittadini interessati. Tutto ciò non avverrebbero, per esempio, nella gestione degli alloggi Arca".

Di qui la proposta, lanciata da Melchiorre, di creare "una task force permanente con tutti gli attori sociali per monitorare ed informare gli utenti sugli interventi ordinari e straordinari che l’amministrazione comunale intende programmare ed attuare. Occorre, inoltre, aumentare le risorse economiche ed umane della ripartizione competente per sburocratizzare e velocizzare tutte le pratiche inevase. Le politiche sulla casa dovrebbero essere una priorità di ogni amministrazione per garantire una qualità della vita dignitosa alle categorie più disagiate della nostra città" conclude Melchiorre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Immagine di repertorio)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento