Politica

Ex Rossani, il sindaco incontra gli attivisti: "Volontà comune di riutilizzare l'area"

Nei prossimi giorni il collettivo presenterà un documento con le richieste e le proposte per l'utilizzo dell'ex caserma. Emiliano: "Crediamo in questo modello di partecipazione, l'area rimarrà pubblica"

Un incontro per discutere del futuro dell'ex caserma Rossani, per ascoltare esigenze e proposte dei volontari che da qualche settimana hanno occupato la struttura, dando vita ad una serie di iniziative per il suo recupero e la sua riqualificazione.

Ieri a Palazzo di Città il sindaco Emiliano, insieme agli assessori Fabio Losito e Titti De Simone, ha incontrato una rappresentanza del coordinamento degli attivisti della Rossani.

“È stato un incontro molto proficuo - ha dichiarato il sindaco di Bari - durante il quale sostanzialmente il costituendo gruppo di custodi e volontari, che si stanno occupando della Rossani, ha manifestato la volontà di assumersi una serie di responsabilità sulla gestione del verde e degli spazi utilizzabili, sull’animazione sociale e sulla progettazione stessa dell’area".

Nei prossimi giorni i volontari presenteranno al Comune le loro richieste e proposte per l'utilizzo dell'area.

“C’è un desiderio popolare - ha spiegato ancora il sindaco - assolutamente vicino alle nostre posizioni, fondato sulla volontà di riutilizzare l’area della ex caserma Rossani nello stato in cui si trova attualmente, in sicurezza e attraverso un dialogo costante con il Comune, che ovviamente continuerà a garantire una serie di servizi. Dunque abbiamo dato loro la massima attenzione perché questo è un modello nel quale abbiamo sempre creduto, un meccanismo di partecipazione sano, una vera e propria sperimentazione fatta con alcuni cittadini che hanno preso l’iniziativa di custodire un bene abbandonato".

"Noi, dal primo momento, abbiamo deciso di ascoltare e di reagire in maniera opposta a quanto fatto con Villa Roth: gli abbiamo chiesto cosa sono in grado di fare e in che modo vogliono occuparsi dell’area per il bene e la fruizione dell’intera comunità. Tutto ciò corrisponde al nostro obiettivo, e cioè quello di creare un’animazione del luogo che ci consenta di sviluppare una progettazione perché quello stesso entusiasmo e la restituzione dell’area all’uso pubblico sono propedeutici non solo alla socializzazione ma alla progettazione di ciò che nascerà".

Emiliano ha poi ribadito l'intenzione di mantenere la fruizione pubblica dell'area. “Questa amministrazione, ed io personalmente - ha concluso Emiliano - intende mantenere la funzione puramente pubblica dell’area, senza intaccare il verde esistente, gli immobili presenti e la fruizione pubblica". "Quando due anni fa si prefigurò l’idea del project financing, - ha detto ancora Emiliano - abbiamo stoppato quel progetto e l’abbiamo archiviato. Perciò vorrei rassicurare quanti temono circa una sottrazione dell’uso pubblico dell’ex caserma Rossani: sono preoccupazioni destituite di ogni fondamento”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Rossani, il sindaco incontra gli attivisti: "Volontà comune di riutilizzare l'area"

BariToday è in caricamento