Politica

Caso Melini, 2mila euro per la perizia grafologica alla Casa delle Donne del Mediterraneo

La somma consegnata sarà adoperata per la realizzazione di una biblioteca di genere sui temi della violenza contro le donne ed una relativa cineteca

Si è svolta questa mattina a Palazzo di Città la cerimonia di consegna delle 2mila euro messe a disposizione dal presidente del Consiglio comunale Pasquale Di Rella e dal consigliere del gruppo Misto Michele Caradonna, inizialmente destinate alla perizia grafologica tra i collegi dell'Aula Dalfino per il caso dell'insulto a Irma Melini scritto su una scheda di voto durante una seduta del Consiglio cittadino, vicenda per la quale è stata aperta un'inchiesta da parte della procura di Bari. A vincere i 2mila euro, tramite sorteggio tra associazioni segnalate dlla stampa locale, è la 'Casa delle donne del Mediterraneo, le cui rappresentanti hanno ritirato il riconoscimento del corso di una conferenza a cui hanno partecipato i giornalisti. La somma sarà impiegata per la realizzazione di una biblioteca di genere sui temi della violenza contro le donne ed una relativa cineteca per sensibilizzare l’intera cittadinanza nello spazio della “Casa” che è anche della cittadinanza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Melini, 2mila euro per la perizia grafologica alla Casa delle Donne del Mediterraneo

BariToday è in caricamento