Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Inchiesta sulle false tessere del Pdl, D'Ambrosio Lettieri indagato

Il senatore e coordinatore cittadino del partito coinvolto insieme ad altre due persone. Il caso scoperto a marzo 2012, in occasione del primo congresso barese del Pdl

Luigi D'Ambrosio Lettieri indagato per il caso delle false tessere Pdl. Il senatore e coordinatore cittadino del partito ha ricevuto l'avviso di conclusione delle indagini insieme ad altre due persone.

LA VICENDA - Il caso delle false tessere del Pdl scoppia nel marzo 2012, in occasione del primo congresso cittadino del partito. Ne parlano prima le testate locali, poi la vicenda approda a Striscia la Notizia. 139 persone iscritte a loro insaputa al partito, tutte formalmente residenti in un fantomatico condominio al civico di via Colajanni 10, che corrisponde in realtà - si scopre - alla sede di una società di consulenza ancora in fase di ristrutturazione. Parte l'inchiesta, la Procura interroga i falsi iscritti ed dalle testimonianze emerge un fattore comune: tutti sono correntisti delle Poste. Un dato che porta gli investigatori all'individuazione del primo indagato, Dario Papa, vice direttore dell'ufficio del centro Monfolfiera di Japigia. Sarebbe stato lui, secondo l'accusa, a fornire i dati dei documenti di identità dei correntisti poi usati per i finti tesseramenti.  Ci sarebbe poi stata una terza persona, un componente della segreteria, a farsi carico del pagamento dei bollettini di 10 euro, quota richiesta per l'iscrizione.

Ora i tre indagati hanno venti giorni di tempo per chiedere di essere ascoltati o per presentare una memoria difensiva.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sulle false tessere del Pdl, D'Ambrosio Lettieri indagato

BariToday è in caricamento