Consiglio monotematico sulla Cassa Prestanza, il centrodestra: "La maggioranza dia una soluzione"

Conferenza stampa delle opposizioni sulla mozione da presentare per chiedere la risoluzione del problema. Di Rella: "Se ci sono delle responsabilità queste siano verificate da un organo terzo"

L'ultimo Consiglio comunale monotematico della consiliatura 2014-2019 sarà dedicato alla questione della cassa prestanza: questo pomeriggio, in prima convocazione (dalle 16), si riunirà in aula Dalfino l'assemblea per discutere di un tema che, nei mesi scorsi, ha provocato polemiche e preoccupazione tra dipendenti e pensionati ex lavoratori di Palazzo di Città, in tutto circa 1300 persone le quali temono di non poter più avere un 'tesoretto' al termine della loro carriera lavorativa avendo versato mensilmente il 3% dello stipendio-

La situazione della Cassa

Il debito da oltre 29 milioni di euro in uscite previste per liquidare i lavoratori, ha messo in seria difficoltà l'Ente: il Comune ha proposto una liquidazione volontaria per chiudere la vicenda, consentendo ai pensionati di recuperare il versato più una piccola somma e ai dipendenti attuali di ricevere un piccolo anticipo delle somme pagate. Prima del Consiglio di oggi nel quale il tema sarà affrontato dalla maggioranza e dalle opposizioni, il centrodestra ha illustrato, in conferenza stampa, una mozione che presenterà per chiedere la risoluzione del problema. All'appuntamento, oltre al candidato sindaco Pasquale Di Rella, hanno preso parte i consiglieri Giuseppe Carrieri (Forza Italia), Michele Picaro (Lega), Filippo Melchiorre e Michele Caradonna (Fratelli d'Italia).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di Rella: "La maggioranza agisca"

"Chiediamo - ha spiegato Di Rella - che vi sia un atto interruttivo della prescrizione. Se ci sono delle responsabilità queste siano verificate da un organo terzo e chi ha sbagliato paghi. Si tratta dei soldi dei cittadini che percepiscono 1200-1300 euro al mese, somme che devono essere tutelate dall'amministrazione e dobbiamo essere certi che ci sia stata una gestione corretta. Ci aspettiamo - ha rimarcato Di Rella - che la maggioranza di centrosinistra sia in aula e che dia finalmente una soluzione amministrativa approvando un atto. Se sono in grado di dare una soluzione devono venire in aula e non rimandare tutto in seconda convocazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento