Politica

"Sempre più persone rovistano nei cassonetti. Rischio rifiuti in strada": il consigliere Picaro presenta interrogazione a Petruzzelli

La richiesta all'amministrazione è di quali misure stiano prendendo per arginare il fenomeno, che potrebbe sovraccaricare i turni agli operatori Amiu

Aumenta sensibilmente il rovistamrnto nei rifiuti in città. Un fenomeno finito al centro di un'interrogazione in Consiglio comunale presentata dal consigliere Michele Picaro nei confronti dell'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli. La richiesta presentata è relativa a "quali misure quest’amministrazione comunale ha adottato per arginare il fenomeno del rovistamento dei rifiuti e quali misure vuole adottare per sensibilizzare l’educazione civica dei cittadini al fine di tenere più pulita la città e non oberare di lavoro gli operatori ecologici". 

"Accertato che da anni ormai il fenomeno del rovistamento nei cassonetti è diventata pratica diffusa in tutti i quartieri della città - scrive Picaro nell'interrogazione - come spesso denunciato dai cittadini anche sui social; rilevato che gli effetti della pandemia stanno avendo conseguenze sociali allarmanti purtroppo non ancora totalmente esplose nella loro drammaticità con un aggravamento di situazioni estreme di povertà; considerato che rovistare nei cassonetti prefigura il reato, seppur difficilmente perseguibile, di furto ex art. 631 c.o. punito con una pena fino a tre anni di reclusione e la multa da 154 euro a 516 euro con l’aggravante per aver rubato cose esposte (per consuetudine o necessità) alla pubblica fede (ossia in mezzo a una strada)" 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sempre più persone rovistano nei cassonetti. Rischio rifiuti in strada": il consigliere Picaro presenta interrogazione a Petruzzelli

BariToday è in caricamento