Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

La Provincia di Bari compie 150 anni: lunedì 4 luglio le celebrazioni

Dibattiti, musica e l'intitolazione della Sala Consiliare a Matteo Fantasia: il tutto mentre ci si interroga ancora sull'utilità degli Enti provinciali

Il 4 luglio non è nato solo Ron Kovic, il protagonista del celebre film di Oliver Stone interpretato da Tom Cruise nel 1989. Anche la Provincia di Bari festeggia il compleanno in quella data. E si tratta di un compleanno speciale: 150 anni. Coetanea dell’Italia unita dunque. Una celebrazione che assomiglia più a una maratona attende il ‘vecchietto’ Ente per lunedì: si parte alle 17.30 con il dibattito nella Sala Consiliare di via Spalato, alla presenza del sindaco di Bari, Michele Emiliano, del presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, del padrone di casa Francesco Schittulli e del ministro per gli Affari Regionali, Raffaele Fitto, che in serata concluderà i lavori. Una lectio magistralis su ‘La Provincia e le sue prospettive’ sarà invece tenuta dal professor Guido Meale, insigne giurista.

E proprio il futuro delle Province è al centro dell’attenzione del dibattito politico, incentrato sulla questione dei tagli agli sprechi, alle poltrone, agli Enti inutili. Le ristrettezze economiche mettono gli amministratori pubblici davanti a scelte non più prorogabili. La parola d’ordine è ‘risparmio’. E mentre a intermittenza la domanda ‘Province sì – Province no’ si riaffaccia alla finestra del Palazzo, Schittulli avverte: “Dopo 2 anni non abbiamo ancora ricevuto deleghe dalla Regione. Il 4 luglio capiremo se le Province servono davvero e, se non servono, si faccia un decreto per eliminarle. Personalmente – precisa il presidente - ritengo sia importante adoperarsi per la valorizzazione dell’Ente provinciale, come elemento di coordinamento fra Comuni e Regione. Si parla tanto di abolizione delle Province e credo sia necessario un riordino dell’assetto istituzionale. In particolare, sono convinto che  con la Carta delle Autonomie verrà rivalutato il rapporto tra le istituzioni, il ruolo di indirizzo delle Regioni, il rafforzamento del potere dei Comuni e la riorganizzazione territoriale e degli ambiti di Area Vasta di competenza delle Province”.

Durante le celebrazioni la Sala Consiliare verrà intitolata a Matteo Fantasia, presidente della Provincia di Bari dal 1962 al 1970, con la posa di un busto in bronzo realizzato dall’artista di Salve (Lecce) Vito Russo. Decisamente commosso nell’annunciare l’intitolazione, Schittulli ha motivato la sua scelta con il legame personale tra suo padre e Fantasia (unico presidente dell’era repubblicana che avrà il suo busto nel palazzo di via Spalato) e con la riconoscenza verso di lui per aver reso possibile il riconoscimento dell’Istituto oncologico di Bari come centro di ricerca scientifico specializzato, unico del Sud oltre a quello di Napoli. Previste la benedizione da parte dell’arcivescovo di Bari – Bitonto, monsignor Francesco Cacucci, e una rievocazione del profilo di Fantasia da parte del senatore ed ex direttore della Gazzetta del Mezzogiorno Giuseppe Giacovazzo. I festeggiamenti si concluderanno, come da miglior tradizione, in musica, con l’Orchestra della Provincia diretta dal maestro Alberto Veronesi. E, dulcis in fundo (è il caso di dirlo), gelato per tutti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Provincia di Bari compie 150 anni: lunedì 4 luglio le celebrazioni

BariToday è in caricamento