Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Centro Democratico Bari: "Le primarie sono espressione di democrazia partecipata, ecco le nostre proposte"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Dopo l'individuazione del 23 febbraio, come data per le primarie del centrosinistra a Bari, si è tenuta una nuova riunione dell'intera coalizione per stabilire le regole delle stesse. Riteniamo le primarie vera espressione di democrazia partecipata, e quindi, le proposta di Centro Democratico, il cui coordinatore regionale è il vice sindaco Alfonso Pisicchio, agli alleati sono state tre :

  • dalle 500 alle 700 firme a sostegno di ciascuna candidatura, ( Firenze ne ha raccolte 1000 e Milano 1500 firme, e non 2000 come) e, in linea con quanto previsto dalla norma nazionale del ministero degli Interni per una città della grandezza di Bari.
  • contribuzione volontaria e non obbligatoria per l'organizzazione della consultazione popolare
  • rispetto di un codice etico che sia garante di serietà e assoluta trasparenza dei candidati, recependo i principi della Carta di Pisa approvata dal consiglio comunale qualche tempo fa.

Le primarie ribadiamo ancora una volta non sono una prova muscolare ma un esercizio di democrazia, ma purtroppo le notizie che ci giungono sono di regole che vanno in direzione diversa rispetto alle nostre proposte e aspettative e...se il buon giorno si vede dal mattino...non è un buon inizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro Democratico Bari: "Le primarie sono espressione di democrazia partecipata, ecco le nostre proposte"

BariToday è in caricamento