menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fitto convoca i suoi a Roma. Vitali cerca i sostituti dei coordinatori e pensa alle liste

L'ex ministro di Maglie ha fissato per domani la kermesse dei ricostruttori. Intanto Schittulli costretto a vigilare sulla tenuta dell'alleanza

Raffaele Fitto non molla. Dopo il commissariamento regionale del partito ordinato da Silvio Berlusconi, e le conseguenti dimissioni dei vertici provinciali, domani mattina l’ex ministro di Maglie ha convocato i suoi a Roma per un convegno che dovrebbe di fatto inaugurare la nuova stagione dei “ricostruttori”.

La frattura in senso a Forza Italia è oramai divenuta insanabile. Il deputato brindisino Luigi Vitali dovrà ricostruire i pezzi di un partito che a livello provinciale ha bisogno di guide. Berlusconi ha sbattuto così la porta in faccia ai fittiani e non sembra preoccupato delle possibili conseguenze. Vitali è all’opera per individuare i sostituti dei coordinatori provinciali. A Bari si parla di Roberto Telesforo come coordinatore provinciale mentre alla guida dell’area metropolitana pare siano stati avviati contatti con Michele Bellomo, in passato presidente dell’Ordine dei Medici. Come vice coordinatore regionale si fa il nome di Tato Greco, delfino proprio di Raffaele Fitto tanto da essere stato inserito al timone della sua lista, “La Puglia prima di tutto”.

La situazione è di sicuro delicata e ciò ovviamente preoccupa in primis il candidato del centrodestra alle regionali Francesco Schittulli il quale teme che la spaccatura in seno a Forza Italia possa avere ripercussioni sul prosieguo della campagna elettorale, avviata in modo ufficiale dopo l’ok del Cavaliere. L’oncologo barese è costretto quindi a vigilare sulla tenuta della sua coalizione e sulla compattezza di tutto il fronte a suo sostegno.

Il nodo è rappresentato dalle liste per le regionali. Berlusconi ha chiesto a Vitali di voler visionare in prima persona l’elenco dei papabili consiglieri. Il Cavaliere chiede ricambio generazionale e capacità di intercettare rappresentanti di mondi anche esterni ai confini partitici. Quello che andrà in scena sarà un complicato tira e molla, perché a questo punto si fa strada l’ipotesi di una lista ad hoc per i transfughi fittiani che hanno mal digerito l’epurazione del loro mentore da parte dell'ex premier. Domani con la kermesse dei ricostruttori si avvierà la conta interna. Un bivio storico per i moderati pugliesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento