La Lega si allarga in Consiglio comunale? Forte pressing sul forzista Michele Picaro

Nelle prossime settimane potrebbe esserci il 'raddoppio' della compagine del Carroccio a Palazzo di Città dopo l'adesione di Fabio Romito. Il partito berlusconiano scomparirebbe nuovamente dall'assemblea

La Lega potrebbe ben presto allargare la propria compagine nel Consiglio comunale di Bari. Il raddoppio sarebbe questione di giorni: il Carroccio, infatti, sempre più in ascesa a livello nazionale, punta ad accrescere la base in città, in vista soprattutto delle Elezioni 2019 in cui il centrodestra punterà a battere Antonio Decaro alla ricerca della riconferma a Palazzo di Città. In questo senso il partito del leader Matteo Salvini starebbe 'pescando' ovviamente dal bacino di un'opposizione che ha già visto, nei mesi scorsi, diversi riposizionamenti: sembra certo il pressing su Michele Picaro, consigliere di Forza Italia (alla quale era riapprodato a fine 2017 dopo una parentesi con Ap), che alle scorse Comunali aveva ottenuto oltre 1000 voti nella lista berlusconiana che potrebbe dunque scomparire ancora una volta dall'assemblea cittadina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riverberi sul tavolo del centrodestra per le Comunali?

L'ipotesi era già circolata a fine agosto ma settimana dopo settimana si è fatta più concreta. Solo ieri, inoltre, il segretario pugliese della Lega, Andrea Caroppo, aveva anticipato novità e nuove adesioni da parte di esponenti politici locali al Carroccio. La mossa potrebbe avere qualche riflesso importante anche nella partita del candidato sindaco di Bari per il centrodestra, andando a modificare, in senso leghista, i rapporti di forza tra le varie anime della coalizione. Un insieme di partiti, al momento in una situazione d'impasse tra chi punta sulle primarie per misurare il consenso effettivo sul campo (Lega, Fdi ed Nci), e chi invece cercherebbe ancora un nome condiviso senza passare per una consultazione che, potenzialmente, potrebbe avere l'effetto di esacerbare divisioni e differenze all'interno del centrodestra. Scorie che potrebbero pesare nel confronto della prossima primavera, nel quale il centrodestra ha bisogno di non disperdere il proprio elettorato se vuole conservare intatte le chance di riprendersi Bari dopo 15 anni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento