Politica

Centrodestra, a novembre le primarie per la Regione. Ma con Ncd l'accordo non c'è ancora

Il 23 novembre le consultazioni per scegliere il candidato presidente. Ma il partito guidato in Puglia dal sottosegretario Massimo Cassano per ora resta fuori dalla coalizione e attacca: "No a queste primarie virtuali ed imposte"

La conferenza stampa di questo pomeriggio

Anche il centrodestra ha fissato la data delle primarie per la scelta del candidato presidente alle regionali del 2015: si terranno il 23 novembre, una settimana prima delle consultazioni dl centrosinistra, previste per il 30. L'annuncio è stato dato oggi in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato i rappresentanti di Forza Italia, Fratelli d'Italia, Movimento Schittulli, Socialdemocratici, Nuovo Psi, La Puglia prima di tutto e La destra. Assenti invece Nuovo centrodestra e Udc.

Ancora una volta dunque, a dispetto della prima conferenza stampa in cui era stata annunciata la decisione di celebrare le primarie, il centrodestra, almeno in questa prima fase, si presenta diviso, attraversato, come già per le comunali, dal contrasto tra Ncd e Forza Italia.

L'assenza all'incontro con la stampa del partito guidato in Puglia da Massimo Cassano è stata poi spiegata attraverso un comunicato pubblicato su Facebook dallo stesso leader di Ncd. "No a queste primarie "virtuali" ed imposte - si legge nella nota - si alla costituente popolare per allargare l'area del popolarismo europeo nella nostra regione. È quanto emerso oggi dalla riunione del coordinamento regionale di NCD Puglia". "Il metodo utilizzato da Forza Italia per la convocazione di una conferenza stampa non concordata, per annunciare la data delle primarie, - prosegue il comunicato - ricalca i vecchi schemi che hanno condannato il centro destra a dieci anni di sconfitte. Il Nuovo Centrodestra - conclude la nota - non accetta questi metodi e resta sempre disponibile ad un confronto serio, individuando tutti insieme nuove regole e soprattutto nuovi sistemi".

A margine della conferenza stampa, il vicecoordinatore regionale pugliese di Forza Italia, il deputato Antonio Distaso, riferendosi all'assenza dei due partiti, ha auspicato una "successiva condivisione", specificando che Ncd e Udc erano stati comunque "invitati" a lavorare con il centrodestra. "Evidentemente hanno ancora bisogno di tempo per chiarire le posizioni politiche al loro interno", ha commentato Di Staso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centrodestra, a novembre le primarie per la Regione. Ma con Ncd l'accordo non c'è ancora

BariToday è in caricamento