rotate-mobile
Politica Murat / sala consiliare comune di Bari

Bagarre in Consiglio comunale, il centrosinistra: "Ostruzionismo irresponsabile"

Conferenza stampa della maggioranza dopo la tesa seduta di ieri. Bronzini: "Dal centrodestra un atteggiamento inaccettabile e pretestuoso". Maugeri: "E' fondamentale andare avanti e approvare il Regolamento sui Servizi Sociali"

"Quello che è accaduto ieri è sgradevole e particolarmente grave. Chiedere un'anticipazione a mo' di blitz rappresenta la voglia di disorientare un percorso programmato". I partiti della maggioranza di centrosinistra in Comune hanno convocato, questa mattina, una conferenza stampa post-bagarre di ieri sera in Consiglio comunale, in cui, dopo l'approvazione dei debiti fuori bilancio, il Centrodestra ha chiesto l'inversione dell'ordine del giorno per anticipare la discussione su Amiu e raccolta differenziata, aprendo, di fatto, l'ostruzionismo anche nei confronti del Regolamento sui Servizi Sociali.  L'atto era in procinto  di essere discusso ieri sera ma, anche a causa dei 26 emendamenti presentati dalla minoranza (in particolare dal M5S) ciò avrebbe richiesto una seduta fiume di diverse ore.

In seguito al no della maggioranza all'inversione dell'odg, le opposizioni hanno più volte chiesto la presenza del numero legale: il 'balletto' è terminato alle 21,30 quando il presidente Di Rella ha aggiornato la seduta a martedì prossimo: "L'atteggiamento provocatoriamente ostruzionistico - ha commentato il  fine a se stesso, non ha visto le forze di minoranza coese. L'Ncd al momento della verifica del numero legale era in aula e Di Paola, coordinatore in pectore delle opposizioni, si è dissociato da queste modalità". La maggioranza definisce pretestuose le modalità d'azione delle opposizioni: "Su 10 punti nell'odg sulla differenziata - dice Alessandra Anaclerio, capogruppo di Realtà Italia in consiglio comunale - ben 5 erano sulla vicenda giudiziaria dell'Amiu. Il Consiglio comunale non è un tribunale e il nostro atteggiamento difensivo è stato contro quest'atto strumentale". 

Tra qualche giorno, nella prossima seduta, potrebbe però ripresentarsi la stessa situazione: "Le ultime volte in cui è stato effettuato un pesante ostruzionismo - racconta Maria Maugeri (Pd) - furono quando il centrosinistra occupò l'aula contro lo stupro della zona Fibronit proposto dalla Giunta Di Cagno Abbrescia e contro il progetto devastante del nodo ferroviario che mi vide parlare per 6 ore in Consiglio comunale, di notte" casi a cavallo degli anni '90 e 2000. "Chiedere il numero legale ogni 5 minuti - aggiunge - sul fatto che sia stata impedita l'inversione dell'ordine del giorno lo trovo riduttivo. Siamo preoccupati e invito anche la cittadinanza a partecipare al Consiglio di martedì, perché il provvedimento che vogliamo approvare è importante. Utilizzeremo gli strumenti necessari per contrastare l'ostruzionismo". Per Maugeri, inoltre, non si tratta dell'unico atto urgente su cui esprimere il via libera: "C'è anche - prosegue - la questione dell'Agebeo sul contributo ottenuto tramite il Concerto di Capodanno per la costruzione del Villaggio della Solidarietà a Poggiofranco. Entro aprile dobbiamo approvare un atto deliberativo per sbloccare il finanziamento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bagarre in Consiglio comunale, il centrosinistra: "Ostruzionismo irresponsabile"

BariToday è in caricamento