Politica

Cgil Funzione Pubblica: da Bari squadre di volontari per i rifiuti di Napoli

Un comunicato del sindacato sull'emergenza rifiuti a Napoli: "Serve collaborazione dei cittadini, noi pronti a rimboccarci le maniche"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

ASSE BARI-NAPOLI SULLA SPAZZATURA RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE

 NOI CI SIAMO!

(Segretario Generale FPCGIL  Bari - Giuseppe Gesmundo)

Forse e’ il caso di dire basta alle sceneggiate a cui assistiamo da tempo sulla mondezza a Napoli, alle accuse di responsabilità tra politici che si rincorrono sulle pagine dei quotidiani, alle soluzioni che vengono annullate appena prospettate.

Forse, sull’emergenza rifiuti, la parola o l’azione, è il caso di dire, spetta alle persone di buona volontà. Quelle stesse che in massa sono scese in piazza  in difesa delle donne, all’insegna di “Se non ora, quando”. Quelle che hanno contribuito a una svolta nelle ultime amministrative. O quelle che hanno ribadito con forza nei referendum che i servizi pubblici restano beni di tutti. Quelle che, nel sostenere la revoca del legittimo impedimento, esigono adesso un paese diverso, solidale, integro, pulito.

E’ quella stessa gente, che ha creato la massa critica di ribellione, che può fare la differenza nella raccolta della spazzatura a Napoli.

Un vasto, grande e volenteroso movimento che sia convinto che il problema che soffoca Napoli è un problema che appartiene a tutti, che bisogna aiutarsi e risolvere questo eterno rimpallamento di responsabilità politiche (vedi le tre ultime inchieste della procura) che non dà una risposta risolutiva e rispettosa del benessere e della salute dei napoletani.

Forse bisogna ripensare a rispolverare quel movimento spontaneo e auto-organizzato che salvò le opere d’arte a Firenze, nell’alluvione del ’66, e recuperare lo stesso spirito che animò quei cosiddetti ”angeli del fango”.

Sarà meno romantica, come immagine, ma il principio vale lo stesso. E il principio è quello che Napoli ha bisogno di pulizia, chiarezza, azioni coordinate e finalizzate soprattutto a rispondere al diritto e al bisogno dei napoletani di vivere la propria vita e la propria città.

Lanciamo dunque un appello ai compagni di Napoli  che, in collaborazione con quelli di Bari si diano delle coordinate comuni.

Squadre di volontari che esprimono una determinazione al cambiamento, verso una politica che ritorni al servizio dei cittadini, inclusiva,solidale e democratica.

Noi, FP CGIL, crediamo nelle alleanze e nella voglia e la possibilità di risolvere i problemi con la forza che in questo momento la gente sta evidenziando e con le modalità che sta indicando.

Noi, Funzione pubblica di Bari, assumiamo la disponibilità dei Vigili del fuoco e degli operatori ecologici volontari, il sindaco Emiliano offre per la causa la sua sensibilità e magari anche i mezzi dell’AMIU e sta cercando una cooperazione positiva con il sindaco di Napoli De Magistris.

Non resta che pianificare gli interventi.

Ancora una volta il movimento di cambiamento che si è sedimentato in questi anni  finalmente si sta concretizzando e sceglie le vie più dignitose per la soluzione dei problemi.

Noi,come FP, abbiamo lavorato per produrre, in questi anni, nei lavoratori e nei cittadini una consapevolezza della deriva in atto e abbiamo sottolineato la necessità di una loro reazione forte. attraverso iniziative, manifestazioni,scioperi.

Finalmente la reazione si sta materializzando sotto i nostri occhi.

 E’ ora che anche la politica ne colga i segnali e cambi passo, da subito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cgil Funzione Pubblica: da Bari squadre di volontari per i rifiuti di Napoli

BariToday è in caricamento