Garanzia giovani, la denuncia di Cisl Bari: "Oltre 4mila ragazzi in Puglia da giugno non percepiscono alcuna remunerazione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La CISL di Bari ha organizzato per giovedì 12 novembre p.v. alle ore 9,30 nella propria sede ( via Carulli,62) una riunione pubblica con numerosi giovani che hanno sollecitato un incontro per denunciare la situazione anomala che sta interessando l’attuazione del programma Garanzia Giovani in questa provincia e in tutta la Regione.

“L’aspetto più eclatante – spiega il segretario generale Giuseppe Boccuzzi -  è dato dalla mancata riscossione del compenso stabilito, per la partecipazione ad una delle misure previste dal Piano Garanzia Giovani, ossia il tirocinio (oltre 4.000 quelli avviati in tutta la Regione).  A partire da giugno a tutt’oggi i ragazzi non hanno ricevuto alcuna remunerazione, aumentando così, il disagio dell’impossibilità di sostenere anche i minimi costi per portarsi sui luoghi di lavoro dei soggetti datoriali ospitanti, per coloro che del disagio (giovani disoccupati) fanno ormai una loro piaga sociale subita!!!!”

La CISL di Bari giovedì non solo accoglierà questi giovani nella propria sede per dare spazio alle loro denunce e frustrazioni, ma si impegnerà ad un’opera di mobilitazione successiva per avere dalla politica meno proclami privi di effetti pratici, e più risposte adeguate ad una fetta della nostra popolazione, i giovani, semplicemente ed insopportabilmente  abbandonati ad un destino di solitudine nella ricerca di una prospettiva occupazionale.

Torna su
BariToday è in caricamento