Politica

Statuto della Città metropolitana, al via gli incontri aperti alla cittadinanza

In Provincia il primo dei quattro 'tavoli di progettazione condivisa' promossi dalla commissione statuto. La prossima tappa domani a Polignano

Hanno preso il via questo pomeriggio dalla Sala consiliare della Provincia di Bari i quattro tavoli di progettazione aperti alla cittadinanza organizzati dalla commissione Statuto del Consiglio metropolitano. Tema del primo incontro "Lo Statuto come strumento di comunità. Principi e valori".

La seconda tappa sarà il 20 novembre alle ore 17.00 nella Sala Consiliare del Comune di Polignano a Mare dove si parlerà di “Forma di governo, identità e poteri”. Il terzo incontro è in programma il 21 novembre alle ore 10.00 presso Palazzo Marchesale a Santeramo in Colle su “Funzioni proprie e collaborazione con i Comuni: gestione delle risorse, interesse generale e servizi”. Ed infine, la quarta ed ultima tappa si terrà sabato 22 novembre alle ore 18.00 nella Sala consiliare del Comune di Corato dove si parlerà di “Informazione e partecipazione. Regole e pratiche ed equità territoriale”.

Obiettivo degli incontri è quello di consentire ai cittadini e ai rappresentanti delle istituzioni, come pure alle forze economiche, culturali e sociali, di contribuire alla redazione del nuovo statuto della Città metropolitana di Bari.

"L'iniziativa dei consiglieri metropolitani - nella commissione statutaria siedono Alfonso Pisicchio (presidente), Anita Maurodinoia (vicepresidente), Michele Abbaticchio, Domenico Cardascia, Giuseppe Carrieri, Luigi Lorusso, Francesca Pietroforte, Pasquale Pomodoro e Sergio Povia - risponde alla volontà condivisa di promuovere la più ampia partecipazione possibile nella redazione dello Statuto della Città metropolitana in tutti i territori coinvolti in vista dell'entrata in vigore della Città metropolitana il prossimo 1° gennaio 2015", spiega una nota del Comune di Bari.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statuto della Città metropolitana, al via gli incontri aperti alla cittadinanza

BariToday è in caricamento