Voto di scambio alle Comunali, il M5S ai candidati sindaco: "Manifestate con noi", Di Rella dice sì. L'inchiesta va avanti

Il Movimento Cinque Stelle conferma la manifestazione di venerdì pomeriggio davanti Palazzo di Città. Proseguono, intanto, le indagini della Procura del capoluogo pugliese

Sarebbero 4 le persone indagate dalla Procura di Bari nell'ambito di un'inchiesta su un presunto voto di scambio nelle ultime Comunali 2019 nel capoluogo pugliese. La notizia è riportata sull'edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno-Bari, spiegando che gli indagati sarebbero candidati di liste vicine al centrodestra e al centrosinistra, con i due candidati sindaco Pasquale Di Rella e Antonio Decaro all'oscuro di tutto. Per gli inquirenti il presunto voto di scambio sarebbe avvenuto con pagamenti da 30 a 50 euro, anche con buoni benzina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla vicenda il M5S è intervenuto organizzando una manifestazione, venerdì 14 giugno alle 19 davanti a Palazzo di Città per chiedere chiarezza e ribadire "centralità della legalità nel dibattito politico cittadino e del prossimo Consiglio comunale". In una nota, i neo consiglieri pentastellati Elisabetta Pani, Alessandra Simone e Antonello Delle Fontane si invitano altri 5 candidati sindaco (Antonio Decaro, Pasquale Di Rella, Irma Melini, Sabino De Razza e Francesco Corallo) a partecipare alla manifestazione per poi sostenere concretamente l'azione proposta dal Movimento a Palazzo di Città. Il primo a rispondere all'appello è stato Pasquale Di Rella che ha annunciato la sua presenza: "Condivido la necessità di erigere un muro comune a difesa della democrazia, delle istituzioni, della legalità. Dobbiamo lanciare un accorato appello ai cittadini affinchè  denuncino chiunque si sia reso vile protagonista di tentativi di compravendita di voti. Ho espresso con chiarezza, durante la campagna elettorale, il mio profondo dissenso di fronte a questo cancro del processo democratico e sarò lieto di ribadirlo venerdì".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Sei turisti del Lussemburgo in vacanza a Monopoli positivi al covid: il test prima di partire per la Puglia

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • Coronavirus, salgono i nuovi contagi in Puglia: oggi sono 26, undici in provincia di Bari

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

  • Calci e pugni ai poliziotti nel reparto di ortopedia del Policlinico: arrestato 49enne a Bari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento