Ambiente, Libertà e rifiuti: cinque candidati sindaco si confrontano all'Officina degli Esordi

All'incontro hanno preso parte Francesco Corallo (Pensionati e Invalidi Giovani insieme), Antonio Decaro (centrosinistra), Sabino De Razza (Bari Città Aperta), Irma Melini (Irma Melini per Bari) ed Elisabetta Pani (M5S)

Foto Enrico Marzano pagina evento Fb QuestioIn cin time candidati sindaci

Cinque presenti e una sedia vuota: c'erano quasi tutti i candidati sindaco, ieri pomeriggio, al confronto organizzato da 'Libertiamoci', scuola di formazione della cittadinanza attiva sul palco dell'Officina degli Esordi del quartiere Libertà di Bari. 

Un focus sui principali temi, dal futuro del rione, collegato alla questione Palagiustizia, alle tasse, fino alla visione della città per i prossimi anni. All'incontro hanno preso parte, in rigoroso ordine alfabetico, Francesco Corallo (Pensionati e Invalidi Giovani insieme), Antonio Decaro (centrosinistra), Sabino De Razza (Bari Città Aperta), Irma Melini (Irma Melini per Bari) ed Elisabetta Pani (M5S). Assente, invece, Pasquale Di Rella (centrodestra). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domande veloci e qualche minuto a testa per rispondere, con i candidati 'moderati' dal giornalista della 'Gazzetta' Ninni Perchiazzi.Al centro del focus anche l'ambiente, con le proposte dei vari esponenti in campo: dalla necessità espressa da Melini di "viaggiare, da parte degli amministratori locali, per apprendere le esperienze di città simili", all'accento su "acqua pubblica e Comune plastic free" posto da Pani. Un percorso simile anche per De Razza, da completare anche attraverso un "no alle privatizzazioni" delle utilities, puntando anche sul verde "e il recupero delle aree non utilzzate". Decaro ha invece rivendicato i "risultati" degli ultimi anni, implementando, per i prossimi, "la raccolta porta a porta e l'utilizzo di riciclerie".Per Corallo, infine, le politiche ambientali e sociali devono essere perseguite "ascoltando la gente attraverso tavoli tecnici"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • "Il Covid colpisce anche d'estate. Sbagliato salutare con baci e abbracci": l'infettivologa invita a non abbassare la guardia

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Bari usano... il freddo!

  • Temporali in arrivo nel Barese: la Protezione civile lancia l'allerta meteo gialla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento