Elezioni Municipio 4, la parola ai candidati presidenti: intervista a Nicola Quaranta

Tre domande agli aspiranti presidenti dei Municipi: Nicola Quaranta è in corsa per il centrodestra nel Municipio che riunisce i quartieri di Carbonara, Ceglie, Loseto e Santa Rita

Chi sono i candidati alla presidenza dei Municipi e quali sono le loro priorità per il territorio? In vista delle elezioni amministrative del 26 maggio, Baritoday ha intervistato i candidati in corsa per i diversi schieramenti nei 5 Municipi cittadini. Per il Municipio 4, parola a Nicola Quaranta, candidato della coalizione di centrodestra.

Si presenti brevemente. Quali sono le ragioni della sua candidatura alla presidenza del Municipio 4?

Sono Nicola Quaranta, ho conseguito la maturità scientifica nell'anno 1986. Da Settembre 1990 conduco una piccola attività commerciale ereditata da mio Padre. Sono stato consigliere di circoscrizione dal 2009 al 2014 e consigliere di municipio dal 2014 al 2019; dette esperienze sono state, purtroppo, perfettamente sovrapponibili, a causa del mancato trasferimento di competenze già previsto nel regolamento sul decentramento amministrativo. Mi candido alla presidenza del Municipio con l'auspicio di poter mettere la mia esperienza al servizio della Comunità per la risoluzione dei tanti problemi che la affliggono.

Tre priorità per il suo Municipio

Secondo il mio parere, il mio municipio, al di là di una serie innumerevole di criticità, ha più di tre grandi tematiche da affrontare, che si possono sintetizzare in: 1) viabilità e carenza di parcheggi; 2) mancanza quasi totale di un idoneo impianto di smaltimento delle acque piovane e in alcune strade di quello di fogna nera; 3) roghi tossici che interessano le tante aree di campagna che cingono il nostro territorio con il conseguente avvelenamento dell'aria che respiriamo. Mi permetto di aggiungere un'altra priorità che si concretizza nell'essenziale riqualificazione, con minima spesa, del campo di calcio "Leo Dell'Acqua" (unico campo di calcio di proprietà del comune nel territorio del Municipio 4) finalizzata all'ottenimento dell'agibilità dello stesso impianto, nelle more della realizzazione di un impianto sportivo polivalente. Tengo a precisare che in un territorio come il nostro, un campo di calcio, prima di avere una funzione sportiva, ha una grande valenza sociale.

L'esperienza amministrativa che sta per concludersi, la prima per i Municipi, ha di fatto messo in luce problemi legati al loro funzionamento. Che cosa manca ai Municipi per renderli realmente in grado di incidere sul territorio e sulla vita dei cittadini?

Come dicevo all'inizio, ai municipi non sono state trasferite tante competenze di conseguenza, per sintetizzare, ai municipi manca la reale ed effettiva applicazione del decentramento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aggualto a colpi di pistola tra i vicoli di Triggiano: pregiudicato 36enne ferito

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • "Dove si colloca l'Iran nel globo?" E gli americani indicano la Puglia: i risultati (tutti da ridere) del sondaggio

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Chiude un altro negozio storico in città: addio a Ventrelli, al suo posto nascerà un casinò

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

Torna su
BariToday è in caricamento