Pani risponde a Zingaretti: "Il rischio di distruggere Bari? C'è ed è concreto, ma non riguarda il M5S"

La candidata sindaco pentastellata risponde a distanza al segretario del Pd che nella sua tappa elettorale ha invitato i baresi a difendere la città "da chi in 11 mesi ha distrutto l'Italia": "Endorsement senza contenuti che rivela la paura del Pd"

"Zingaretti invita i cittadini baresi a “difendere Bari da chi in 11 mesi ha distrutto l'Italia e se arrivano qua distruggono anche Bari”; un endorsement rozzo e privo di contenuti al sindaco uscente che racconta quanto disagio e paura regni nel PD". Così Elisabetta Pani, candidata sindaco del Movimento 5 Stelle, in una nota replica a distanza al segretario del Pd, Nicola Zingaretti, ieri a Bari per la sua tappa elettorale in vista delle Europee e Amministrative del 26 maggio.

"Mentre loro cercavano di “ricompattarsi” il M5S in meno di un anno - prosegue Pani - ha cominciato a “ricompattare” le macerie trovate ed ereditate dai governi precedenti portando a compimento provvedimenti che i cittadini italiani aspettavano da tempo come il reddito di cittadinanza,  per cui hanno fatto domanda 20000 baresi. Quei baresi che la vecchia politica ha messo in ginocchio portando avanti una modalità amministrativa autoreferenziale e incapace di ascolto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma la candidata pentastellata lancia anche il suo attacco diretto al sindaco Decaro, per la vicenda relativa alla preside, candidata nelle liste del centrosinistra, che avrebbe diffuso il suo materiale elettorale a scuola. "Mentre il sindaco uscente oggi riceveva  questo nervoso appoggio dal nazionale - sottolinea Pani - a livello locale doveva cercare di prendere le distanze da una delle candidate delle innumerevoli liste in suo sostegno, la Preside Colucci, che abusando della sua posizione di potere ha diffuso materiale elettorale all’interno della sua scuola, una delle azioni più deplorevoli che si possano fare in campagna elettorale. Troppo facile prendere le distanze. Se ci si fa sostenere da 11 liste e da centinaia di candidati si abbia la capacità di sceglierli con le dovute cautele e di controllarli. Non riesce a controllare 11 liste. Eppure si propone di nuovo come amministratore della nostra città". "Il rischio di distruggere Bari - conclude - è concreto, ma di certo non riguarda la proposta e i candidati del M5S".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento