Giovedì, 18 Luglio 2024
Comunali Bari 2024

Comunali Bari, 200 presidenti di seggio rinunciano all'incarico. Il centrodestra: "Il Prefetto garantisca trasparenza del ballottaggio"

Il senatore di Fratelli d'Italia, Filippo Melchiorre: "Che criteri sono stati utilizzati per nominare i sostituti nei seggi? Come sono state fatte le nomine? Chi ha scelto chi chiamare? Per quali motivazioni un numero così elevato di presidenti di seggio ha rinunciato?"

"Desta qualche riflessione la notizia della rinuncia di 200 presidenti di seggio su 345 per il ballottaggio a Bari del 23 e 24 giugno. Un numero esorbitante che invita a porsi qualche domande su chi sceglie gli arbitri della partita". Lo scrive in una nota il senatore di Fratelli d'Italia, Filippo Melchiorre.

L'esponente barese di centrodestra, impegnato nel sostegno alla candidatura di Fabio Romito, chiama in causa anche lo sfidante di centrosinistra, Vito Leccese. "È proprio all'ufficio del Capo di Gabinetto del Comune di Bari (cioè l’ufficio del candidato del centrosinistra Vito Leccese) che pongo questi quesiti - spiega Melchiorre - Che criteri sono stati utilizzati per nominare i sostituti nei seggi? Come sono state fatte le nomine? Chi ha scelto chi chiamare? Per quali motivazioni un numero così elevato di presidenti di seggio ha rinunciato?"

"Dato che il presidente di seggio è il maggiore responsabile di un seggio elettorale e vigila sul corretto andamento di tutte le fasi di un'elezione (dalle operazioni di preparazione fino alla consegna dei plichi) - conclude il senatore  di FdI - scriveremo al Prefetto affinché, alla luce di queste improvvise sostituzioni, venga garantita trasparenza ed equità nel turno di ballottaggio".

Gli impegni politici di Filippo Melchiorre dovranno subire un piccolo stop nei prossimi giorni. "Ieri sono stato operato d'urgenza per il distacco della retina - scrive sulla sua pagina facebook il senatore barese - per questo motivo e, mio malgrado, sono costretto a un po' di giorni di convalescenza e quasi sicuramente ad altri due interventi. Non sottovalutate mai i segnali del corpo come ho fatto io che, per avere trascurato un problema all'occhio, sono finito sotto i ferri. Per fortuna sotto le mani magiche del dottor Antonio Acquaviva, direttore dell' Uoc di Oculistica dell'Ospedale 'Di Venere' di Bari che ringrazio insieme alla sua eccellente equipe".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali Bari, 200 presidenti di seggio rinunciano all'incarico. Il centrodestra: "Il Prefetto garantisca trasparenza del ballottaggio"
BariToday è in caricamento