rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Comunali Bari 2024

Come sarà il nuovo Consiglio comunale di Bari: le preferenze e i candidati più votati

Al top il Pd: la più suffragata, con quasi 4mila voti, è Elisabetta Vaccarella. Bene anche la lista di Fratelli d'Italia

Dopo il primo turno elettorale dello scorso fine settimana, che ha sancito il ballottaggio tra Vito Leccese e Fabio Romito, comincia a delinearsi il quadro di chi occuperà gli scranni del Consiglio comunale di Bari per il quinquennio amministrativo 2024-2029. I dati elettorali consegnano uno scenario tra partiti vincitori e liste che hanno ottenuto riscontri meno positivi dalle urne. Di seguito il bilancio delle coalizioni e delle liste che entreranno in aula Dalfino

VITO LECCESE: Al primo posto c'è il Partito Democratico con il 19,77% dei voti, pronto a portare fino a 10 consiglieri comunali in caso di vittoria del ballottaggio da parte della coalizione di Leccese, in virtù dell'acquisizione del premio di maggioranza. In vetta alla lista Elisabetta Vaccarella, la più suffragata in assoluto con 3931 voti, seguita dall'assessore all'Ambiente e Sport uscente Pietro Petruzzelli (3011), dall'ex presidente del Municipio 1 Lorenzo Leonetti (2267) e dall'assessora uscente all'Istruzione, Paola Romano (1879). Scorrendo la graduatoria troviamo i nomi dell'attuale presidente del Consiglio comunale, Michelangelo Cavone, Giovanna Salemmi, Domenico Scaramuzzi, Antonio Bozzo e Marco Bronzini. Bene anche la lista Decaro per Bari (9,98%): al primo posto c'è l'assessore al Patrimonio Vito Lacoppola (2164) seguito dalla sua collega in Giunta, con delega alle attività economiche, Carla Palone (1701). Nella top 5 troviamo anche Nicola Loprieno (1231), Angela Perna (1201), e Pietro Albenzio (1035). La lista Con Leccese sindaco, invece, vede nella top 3 rispettivamente Romeo Ranieri (1728), Nicoletta Milone (1294) e Francesco Giannuzzi (1142). Entreranno in Consiglio anche le liste di Leccese Sindaco e di Progetto Bari. La prima è guidata da Pierluigi Introna e la presidente uscente del Municipio 4 Grazia Albergo, rispettivamente con 678 e 570 voti. La seconda, invece, ha visto in vetta l'ex presidente del cda della partecipata barese Rete Gas Diego De Marzo con 801. 

FABIO ROMITO: a trainare la coalizione di centrodestra è Fratelli d'Italia con l'11,13% dei consensi. In cima alle preferenze c'è Pino Viggiano (1308), riconfermato in aula Dalfino. A seguire la new entry Laura De Marzo (1058). Altri cinque anni in Comune per Antonio Ciaula (1040). Quarta Irma Melini con 808, pronta a ritornare in Consiglio comunale. La seconda lista della coalizione è Romito sindaco (6,25%): i primi due sono Valeria Amoruso (917) e Carlo Patruno (552). Udc-Prima l'Italia ha ottenuto il 4,31% con Giuseppe Neviera che viene riconfermato consigliere (884) voti. In aula Dalfino entrerà anche Forza Italia, lista vede svettare Giuseppe Carrieri con 666 voti. 

MICHELE LAFORGIA: la lista più votata della compagine è Laforgia sindaco (5,98%) con al top Victor Laforgia (733 voti) e Giovanni Moretti (550).  Per pochissimo (5,96% di preferenze) al secondo posto c'è il M5S: i più votati sono i consiglieri comunali uscenti Antonello Delle Fontane e Italo Carelli (rispettivamente con 846 e 416 voti). Bari Bene Comune è stata trainata dall'assessora uscente al Welfare, Francesca Bottalico (1372 voti). In Consiglio entra anche Bari Città D'Europa con Pasquale Lavopa al top delle preferenze (940).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come sarà il nuovo Consiglio comunale di Bari: le preferenze e i candidati più votati

BariToday è in caricamento