rotate-mobile
Comunali Bari 2024

Il Pd alla ricerca della quadra per le Comunali di Bari 2024, domattina l'assemblea cittadina: "E' l'ora della sintesi"

I Dem baresi si riuniscono per fare il punto in vista del tavolo di coalizione del centrosinistra previsto per il prossimo 25 ottobre: l'obiettivo è trovare un difficile equilibrio tra programmi e nomi

Un passaggio per cercare una quadra al momento non semplice da trovare. Domattina alle 10, nella sede di via Re David nel quartiere San Pasquale di Bari, il Pd cittadino riunirà l'assemblea per fare il punto sulle candidature per le Elezioni Comunali 2024 del capoluogo pugliese. Da mesi, infatti, i Dem e il centrosinistra (comprensivo di M5S e civiche) sono alla ricerca di un candidato unitario che possa presentarsi alle Amministrative del prossimo giugno come possibile successore di Antonio Decaro a Palazzo di CIttà.

Una sintesi difficile da cogliere, anche perchè nel Pd sono sempre tre i nomi che girano da tempo, ovvero quelli del deputato ed ex segretario regionale Dem Marco Lacarra, dell'assessora cittadina all'Istruzione, Paola Romano, e dell'assessore comunale all'Ambiente e allo Sport Pietro Petruzzelli  Dopo l'ultimo confronto di poco più di una settimana fa, sarà l'occasione giusta per cominciare a fare delle scelte più o meno definitive?. E' l'auspicio del segretario cittadino del Pd, Gianfranco Todaro, che chiede un'accelerazione dopo mesi di sabbie mobili: "L'assemblea - dice a BariToday - è stata convocata per chiedere un aggiornamento sullo stato dell'arte e su quello che sta accadendo al tavolo della coalizione. Siamo un partito che fa politica. Sappiamo che ci sarà una discussione che sicuramente non si esaurirà domani ma entro il 25 ottobre dobbiamo avere una linea e dei criteri da presentare, quel giorno, al tavolo con gli altri alleati".

Todaro si dice pronto, in caso di risultato negativo domani, a "convocare anche nei prossimi giorni un'altra riunione per arrivare pronti a mercoledì". I segnali, al momento, sembrano mostrare, però, uno stallo piuttosto evidente. Uno scenario che si inserisce in una cornice più ampia nel centrosinistra, con nomi che scalpitano da sinistra (Laforgia) e altre aree politiche che chiedono di essere ascoltate (M5S e Civiche):"Deve imporsi la linea politica - sottolinea -. Se ci mettiamo a raccogliere firme o a leggere sondaggi tutto cambia. Il nostro è un partito che deve, appunto, fare politica e quindi ragionare al suo interno".

Un Pd non compatto potrebbe far 'fiorire' altri tentativi di corsa a Palazzo di città? "Una nostra proposta - rimarca Todaro - la dobbiamo portare al tavolo della coalizione. Immaginiamo ci possano essere candidature di altri. Se non si dovesse fare una estrema sintesi lì non ci sarebbe strada diversa dalle Primarie. Il programma, per il quale riceviamo quotidianamente suggerimenti e richieste da parte di tutta la coalizione, si continuerà a scrivere fino alla primavera prossima".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd alla ricerca della quadra per le Comunali di Bari 2024, domattina l'assemblea cittadina: "E' l'ora della sintesi"

BariToday è in caricamento