rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Comunali Bari 2024

La sfida per la Presidenza del Municipio II di Bari: le interviste ai 4 candidati

Il confronto, in tre domande, tra Virginia Ambruosi, Giacinto Lisco, Alessandra Lopez e Giovanna Sorgente

Il Municipio 2 di Bari, che comprende i quartieri di Carrassi, San Pasquale, Mungivacca, Poggiofranco e Picone, è chiamato a rinnovare la Presidenza per il quinquennio 2024-2029. In campo vi sono 4 candidati: Virna Ambruosi (centrodestra con 5 liste), Giacinto Lisco (M5S, Sinistra, +Europa, Socialisti e civici per un totale di 4 liste), Alessandra Lopez (Pd, Europa Verde e civici per un totale di 8 liste) e Giovanna Sorgente (2 liste civiche). I candidati hanno risposto a 3 domande per presentarsi ai cittadini e illustrare i programmi che intendono attuare se saranno eletti presidenti.

Una breve presentazione di sè

AMBRUOSI: Mi chiamo Virginia Ambruosi, conosciuta come "Virna". Ho 55 anni, sono dottore commercialista, docente di scuola superiore, sposata e madre di una ragazza di 17 anni. Attualmente sono consigliera capogruppo di Fratelli d'Italia, ruolo che ricoprirò fino alle prossime elezioni. Mi candido alla presidenza del Municipio 2 (Carrassi, San Pasquale, Picone, Poggiofranco e Mungivacca) con l'intento di mettere a disposizione dei cittadini la mia esperienza amministrativa. La mia candidatura nasce dalla volontà di ripristinare servizi fondamentali che sono stati inspiegabilmente soppressi, come i presidi di primo soccorso territoriale (guardie mediche) e i poliambulatori, attualmente assenti in tutti i quartieri del Municipio 2. Voglio apportare un cambiamento significativo nel funzionamento del Municipio, prestando particolare attenzione alle esigenze dei più deboli. Il mio obiettivo è sviluppare una visione strategica per la città, che preveda una pianificazione efficace delle manutenzioni stradali, degli interventi di igiene urbana e delle disinfestazioni. È fondamentale migliorare il coordinamento dei servizi sociali, incrementando il sostegno ai cittadini.

LISCO: Sono un insegnante di 61 anni, residente da più di 40 anni nel Municipio II, dove attualmente vivo con la mia famiglia. Padre di due figlie nate e cresciute nel quartiere Carrassi e marito di un'insegnate di una scuola primaria di San Pasquale, ho all'attivo tre consigliature nell'amministrazione decentrata (circoscrizione e municipio). Sono socio fondatore dell'associazione "La Giusta Causa" e membro attivo della comunità empatica di Orto Domingo, che a Poggiofranco si occupa di colture e culture. La vita di quartiere è parte integrante del mio quotidiano e del mio stile di vita: dagli acquisti di generi alimentari all’utilizzo di altri servizi, è facile incontrarmi nei mercati, nei negozi di prossimità e tra la gente che vive e abita i territori che compongono il Municipio II.

LOPEZ:  Sono un avvocato, professione che svolgo giorno per giorno con tenacia, serietà ed impegno, ma anche passione, quella stessa che coltivo da oltre 20 anni per la politica intesa quale “res pubblica”…impegnata nelle forme di democrazia e di rappresentanza diretta sul territorio, occupandomi attivamente di scuola, sport, cultura e soprattutto politiche sociali. Sempre vicina ai temi del: Diritto allo studio, Lavoro e Impresa, Ambiente e Pari opportunità di genere, sociali, tra centro e periferie. Sono stata consigliera circoscrizionale nella IX circoscrizione dal 1999 al 2004; dal 2015 al 2020 ho fatto parte della Consulta regionale femminile. Dal 2017 al 2019 Vice-Presidente (Presidente ad interim giugno - novembre 2019) del Consiglio di Amministrazione di Innovapuglia Spa, società “in house providing” della Regione Puglia dove ho toccato con amno come la buona politica . Impegnata nel sociale, anche nell'oratorio di strada di Santa Scolastica della Cattedrale di Bari dal 2009 al 2011 come educatrice senior.

SORGENTE: Sono impegnata da diversi anni come volontaria con l'associazione Impegno 95 nelle attività sociali rivolte ai minori a rischio, immigrazione e sulla disabilità. Sono coniugata con due figli e diplomata in Ragioneria.

Cosa è stato fatto di buono e cosa non è stato fatto nell'ultima amministrazione del Municipio 2?

AMBRUOSI: Innanzitutto, è necessario promuovere il decentramento amministrativo, delegando effettivamente le attività per cui i municipi sono stati creati, come i lavori pubblici e il welfare. Rivitalizzare le attività municipali utilizzando sempre più intensamente la sede del Municipio 2, rendendola il più possibile accessibile ai cittadini. Significativo aumento delle risorse destinate ai municipi. Proporre con puntualità una serie di interventi. Ad eccezione di alcuni progetti nel settore del welfare, non si sono verificati eventi di rilievo.

LISCO: Considerando le risorse a disposizione e la limitata attuazione del decentramento amministrativo, direi che si può accentuare l'accezione positiva della domanda, cioè ciò che è stato fatto nel Municipio II. I progetti portati a termine sono infatti numerosi, e hanno avuto tutti lo scopo di migliorare il ben-essere degli abitanti del nostro territorio, fortemente provati dalle conseguenze della pandemia degli anni scorsi. Le azioni di intervento hanno riguardato principalmente le fasce di popolazioni più fragili che hanno risentito dell'isolamento, con progetti riservati a bambini, giovani e anziani. Ci siamo concentrati sulla diffusione della cultura, attraverso incontri con autori, presentazioni di libri e letture animate. Abbiamo portato a termine progetti per i più giovani, rivolti alla prevenzione di disagi emotivi e psico-fisici e abbiamo creato reti intergenerazionali tra cittadini over 65 e studenti, al fine di agevolare scambi di esperienze ed emozioni. Senza dimenticare lo sport, a cui abbiamo dedicato iniziative importanti facendone anche uno strumento di inclusione e azione sociale. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il lavoro sinergico di consigliere e consigliei, che al di là dell’appartenenza di partito hanno sin dal primo giorno preso a cuore le istanze del territorio.

LOPEZ: Il precedente Consiglio, sotto la guida del presidente Lucio Smaldone, ha svolto certamente un intenso lavoro finalizzato, per mezzo e secondo la specificità di ciascuna Commissione consiliare, al benessere dei cittadini del Muncipio 2 profondendo al propria opera nelle materie di propria competenza, raccordandosi all’amministrazione comunale con l’obiettivo di aggregare le persone, diffondere la cultura valorizzando in special modo gli artisti locali, coinvolgendo le realtà associative ivi operanti, operando la manutenzione di strade e marciapiedi, illuminazione pubblica ecc., intervenendo a vantaggio di cittadini in stato di bisogno grazie all’impegno sinergico con gli assistenti sociali operanti sul territorio e le associazioni. Ed ancora con l’introduzione, all’interno dell’art.43 del nuovo Regolamento Edilizio, della possibilità, nelle aree di nuova espansione della strumentazione urbanistica, di realizzare elementi di arredo urbano del tipo chioschi/dehors ulteriori, per caratteristiche e tipologia, rispetto agli elementi di arredo urbano previsti per le occupazioni di suolo pubblico. Non dimentichiamo l’approvazione del Documento strategico del commercio per la promozione dello sviluppo in un Municipio a fortissima trazione commerciale.

SORGENTE: Purtroppo, i municipi continuano a non avere la loro autonoma di risorse e di intervenire su qualsiasi problema. Quando ci sono richieste di qualsiasi intervento da parte di un cittadino, per poter risolvere il problema, devono segnalarlo a chi di competenza e per questo i tempi si allungano. Credo che invece si debba accelerare per risolvere i problemi.

Tre priorità da perseguire per il suo Municipio

AMBRUOSI: Rilanciare la programmazione delle attività nei centri sociali e nei centri anziani all'interno degli edifici pubblici del Municipio 2, inclusa la sede istituzionale e le scuole. Le iniziative, come corsi di informatica, corsi musicali e corsi di teatro, saranno progettate per coinvolgere anziani e minori, con particolare attenzione alle famiglie in difficoltà. Programmare, tramite ordinanza sindacale, il lavaggio strade con cadenza regolare da concordare con l'Azienda Municipale di Igiene Urbana. Pianificare in modo preciso e tempestivo le disinfestazioni contro ratti, blatte e zanzare. Razionalizzare le postazioni per il conferimento dei rifiuti e promuovere politiche di sviluppo e sostegno della raccolta differenziata, studiando la morfologia dei quartieri per ottimizzare le modalità di raccolta. Installare foto-trappole e telecamere di videosorveglianza nei luoghi sensibili per incoraggiare il conferimento incontrollato e selvaggio dei rifiuti. Realizzare una serie di interventi infrastrutturali, tra cui l'allargamento di Via Amendola fino al ponte di Via Omodeo.

LISCO: Partendo da queste basi, per il prossimo quinquennio sarà indispensabile l’autonomia amministrativa e tecnica proveniente dal decentramento effettivo, che ci consentirà di agire in modo ancora più incisivo sul territorio. Una delle mie priorità è il rapporto sinergico tra cittadini e istituzioni, non solo per l’individuazione dei problemi, ma anche per la loro soluzione, che deve essere comune e partecipata. Vorrei quindi potenziare le consulte tematiche esistenti e crearne di nuove. Un secondo punto importante riguarda gli spazi verdi del territorio. Vorrei valorizzare quelli già presenti mettendoli in rete: il Municipio II ha infatti il più alto numero di orti urbani, giardini e parchi della città. Ci sono però ancora tante zone incolte da riqualificare, che potrebbero essere affidate a gruppi di cittadini volontari o a scolaresche per fini didattici, ma non solo: potrebbero anche fungere da scenari per eventi culturali e artistici, indispensabili per la crescita e il coinvolgimento di chi abita il territorio. Infine, vorrei supportare il commercio di prossimità con iniziative atte a promuoverlo, come ad esempio “Le notti bianche del Municipio II”: una manifestazione al mese per almeno nove-dieci mesi all’anno, che sia attrattiva non solo per gli abitanti del nostro Municipio, ma anche per chi vive in altre zone della città e della provincia di Bari.

LOPEZ: Portare a compimento i progetti e le iniziative implementate nel corso della precedente legislatura e non ancora concluse; progettare nuove e molteplici iniziative nelle materie di competenza dell’amministrazione municipale. Declinare il programma di Vito Leccese “Bari 6 Bellissima” nelle sue sei linee di indirizzo. Il tutto mediante la occupazione degli spazi cittadini, con il riuso e la riattivazione delle risorse urbane esistenti, ma anche creazione di nuovi luoghi di aggregazione, socialità, cultura diffusa, arte diffusa nei grandi luoghi di aggregazione culturale (esistenti) o nuovi (es. la grande biblioteca regionale pugliese nel complesso del Parco Rossani), ridando centralità allo spazio pubblico aperto nei vari quartieri per incentivare la dimensione della prossimità. Offrire sempre maggiori servizi, manutenzione dell’esistente, animazione socio-culturale, mobilità sostenibile, più piste ciclabili, più manutenzione del verde pubblico esistente, creazione dove è possibile di ulteriori spazi verdi e depavimentazione, stimolare la creazione di ulteriori park and ride, rete di trasporto Brt. Un’alleanza forte con il terzo settore e con gli operatori sociali, aumentando le competenze dei centri famiglia nei quartieri, intervenendo sull’integrazione delle persone con disabilità, dei migranti stranieri e degli anziani. Insomma un “welfare di comunità”, in cui tutti concorrono all’obiettivo di rendere Bari una città più giusta, più inclusiva e più solidale. Il tutto spingendo l’acceleratore sull’attuazione del Decentramento amministrativo.

SORGENTE: La prima cosa da fare se sarò eletta Presidente sarà il Decentramento Amministrativo. Bisogna anche costituire il coordinamento dei Presidenti dei Municipi. Infine, più servizi da fornire ai cittadini attraverso uno sportello polifunzionale e cioè vari tipi di assistenza coinvolgendo le associazioni e una convenzione dedicata con l'Inps

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sfida per la Presidenza del Municipio II di Bari: le interviste ai 4 candidati

BariToday è in caricamento