rotate-mobile
Comunali Bari 2024

Vito Leccese candidato sindaco del Pd, De Santis contro il M5Stelle: "Non è più tempo di veti"

Il segretario regionale Dem ha risposto alle parole del Coordinatore regionale pentastellato Donno: "Leccese è una proposta individuata anche per venire incontro alla richiesta degli alleati di trovare un nome che non fosse espressione diretta del Pd. Ma niente, non va bene nemmeno questo. Che si fa allora?"

"Prendiamo atto, dalle dichiarazioni del deputato Leonardo Donno, che il Movimento 5 Stelle non condivide la scelta di Vito Leccese, né quella delle primarie. In questi lunghi mesi abbiamo atteso invano la disponibilità a trovare un modo per tenere insieme la coalizione. Tre mesi fa abbiamo congelato le nostre tre autorevoli candidature" Lo scrive in una nota il segretario Pd Puglia, Domenico De Santis. 

"Nei giorni scorsi Pietro Petruzzelli, Paola Romano e Marco Lacarra, i più votati alle scorse amministrative, hanno fatto un gesto di grande generosità indicando Vito Leccese come sintesi civica del Pd da portare al tavolo della coalizione - sottolinea il segretario regionale Dem - Una proposta individuata anche per venire incontro alla richiesta degli alleati di trovare un nome che non fosse espressione diretta del Pd. Ma niente, non va bene nemmeno questo. Che si fa allora? Si tirano i dadi, si fa un sorteggio, si pesca la carta più alta?".

"Non è più tempo di veti e polemiche - conclude De Santis - Qui sono in ballo il futuro della nostra città e uno straordinario patrimonio di buon governo e credibilità acquisita negli anni. Nei momenti più complicati del centrosinistra abbiamo trovato la soluzione con le primarie. Ma ci vengono negate anche queste. Quindi? Invito tutti alla ragione, perché sono mesi che subiamo da parte di un segmento della coalizione solo diktat e pressioni su un unico nome che ad oggi non ha unito la coalizione. Il nostro obiettivo è invece, fin dall’inizio, quello di provare a trovare l’unità dello schieramento progressista. Lo abbiamo dimostrato nei fatti. Ora ci aspettiamo rispetto, senso di responsabilità e, finalmente, qualche segnale concreto che testimoni, anche da parte degli altri interlocutori, la volontà di tenere unita la coalizione".

"Prendiamo atto di questa scelta di voler forzare del Partito Democratico e di non accogliere quelle che erano state le richieste in questi mesi, ossia provare ad individuare una figura che potesse unire la coalizione ed essere garante di questa nuova coalizione per andare in continuità con un'amministrazione che indubbiamente ha fatto bene", ha dichiarato il Coordinatore regionale del M5Stelle Leonardo Donno questa sera a margine della manifestazione contro l'Autonomia Differenziata che si è svolta in centro a Bari. 

"Noi speriamo che il tavolo di coalizione venga anticipato e proponiamo anche che venga fatto lunedì, perché non dobbiamo perdere tempo per confrontarci per capire quali sono anche i temi alla base della scelta da parte del Partito Democratico - ha spiegato Donno - Voglio sottolineare, anche se lo abbiamo ribadito per mesi, che il tema delle primarie per il Movimento Cinque Stelle non è proprio sul tavolo e non è in discussione. Vedremo al tavolo quello che succederà e poi ognuno si assumerà le sue responsabilità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vito Leccese candidato sindaco del Pd, De Santis contro il M5Stelle: "Non è più tempo di veti"

BariToday è in caricamento