menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune, via libera al bilancio di previsione. Decaro: alta attenzione per welfare, sicurezza e lavoro

Via libera del consiglio comunale: per il 2016 previste spese correnti per 376 milioni di euro, di cui circa il 20% destinato ai servizi del Welfare. Altri 31,5 milioni di euro destinati alla voce 'Sicurezza'

Dopo il via libera al Piano triennale delle Opere pubbliche, arriva l'approvazione in Consiglio del bilancio di previsione 2016/2018. 376 milioni di euro le spese correnti previste per il 2016. Circa il 20% della spesa complessiva, pari a 64 milioni di euro, sarà destinata ai servizi per il Welfare comunale. 

31,5 milioni di euro l'importo riservato invece alla voce "Ordine pubblico e sicurezza" per i servizi assicurati da 560 unità tra polizia municipale e protezione civile. Da quest’anno, inoltre, il Comune prevede il potenziamento e miglioramento della rete di comunicazione e di tracciamento delle segnalazioni pervenute dai cittadini e degli interventi effettuati con un miglior utilizzo dei sistemi di videosorveglianza in dotazione della Sala operativa.

Istruzione e diritto allo studio - Per il triennio 2016/2018, gli interventi previsti riguardano refezione, trasporto, assistenza agli alunni disabili, fornitura di libri di testo e borse di studio, fornitura di arredi, spese varie d’ufficio. La spesa corrente copre l’assistenza specialistica per circa 800 bambini.

Urbanistica, gestione del territorio ed edilizia privata - La spesa corrente per l’annualità 2016 è pari a 5,2 milioni di euro. Tra i principali interventi previsti: l’adozione del nuovo Piano comunale delle coste, l’attuazione del nuovo PUG - Piano urbanistico generale; l’attuazione dei due processi integrati di riqualificazione delle periferie (PIRP) di San Marcello e Japigia; l’informatizzazione delle procedure dello sportello unico dell’edilizia (DIA, SCIA, permessi di costruire) e delle autorizzazioni paesaggistiche.

Turismo - Confermata la già avviata realizzazione di una 'Bari card' per tutti i servizi a disposizione dei cittadini e dei turisti e per potenziare i punti di accoglienza dei turisti nella città. Tra le novità di quest’anno, uno stanziamento di circa 100.000 euro di cui 30.000 per “Informazione ed accoglienza turistica” e 70.000 finalizzati al potenziamento turistico a fini divulgativi per individuare un brand tramite apposita gara: un marchio che dovrà prestarsi ad essere utilizzato per la promozione di Bari a livello nazionale e internazionale, per la comunicazione culturale e per lo sviluppo turistico.

Cultura e Sport - Nell'ottica della costituzione del Polo delle Arti Contemporanee, prevista la riqualificazione e valorizzazione del Teatro Margherita, del Mercato del Pesce e della sala Murat e del Teatro Kursaal. Il programma prevede altresì la valorizzazione del Museo Civico e di casa Piccinni attraverso l’istituzione della sezione del Museo della città e del Centro di studi musicali e l'incremento dell'offerta e degli orari di apertura. Con riferimento allo sport il programma del triennio 2016-2018 è diretto a promuovere l’organizzazione di manifestazioni sportive di rilievo locale, nazionale e internazionale e a coordinare l’attività dei Municipi nel settore della promozione dello Sport; a garantire la continuità delle attività sportivo-educative a supporto delle scuole e a promuovere iniziative sportive per l’integrazione sociale e lo sviluppo di relazioni transadriatiche.

L'ASSESSORE SAVINO: "MANTENIAMO INALTERATI I SERVIZI AI CITTADINI" - “Questi non sono tempi facili per le economie di un ente locale - dichiara l’assessora Savino - eppure siamo riusciti a chiudere il bilancio mantenendo inalterati i servizi ai cittadini e garantendo le agevolazioni per particolari categorie economiche, produttive e sociali. Ci siamo impegnati anche quest’anno sulla razionalizzazione della spesa con l’obiettivo di assicurare i servizi sociali, senza gravare ulteriormente sui contribuenti. Abbiamo voluto confermare gli interventi e tutte quelle politiche che dal primo anno stanno caratterizzando questa amministrazione: prima tra tutte la misura dei Cantieri di cittadinanza. Intendiamo garantire ai cittadini un sistema di welfare attivo, con un finanziamento di 800.000 euro che incroci da un lato i sistemi di welfare tradizionali e dall’altro le politiche attive del lavoro (previsti 4,5 mln di euro nel 2016 per Porta futuro 2).  Abbiamo mantenuto alta l’attenzione sul sostegno alla prevenzione dei fenomeni di microcriminalità che incidono molto sulla percezione della sicurezza dei cittadini e sulla qualità della loro vita. Per questo, insieme al corpo della PM, intendiamo insistere nelle attività di pattugliamento delle strade, con un servizio di vigilanza presso le scuole e i luoghi maggiormente frequentati dalle utenze deboli (anziani e bambini). Infine proseguiamo con la politica di decentramento che favorisce l’attivazione delle associazioni sui territori: nel bilancio di previsione 2016-2018 abbiamo confermato i fondi per cultura e sport in favore dei municipi: 50.000 euro per la cultura e 25.000 euro per lo sport. Come lo scorso anno intendiamo investire in opere pubbliche, quasi 170 mln previsti solo nel 2016, che migliorino la città e favoriscano il lavoro di piccole e grandi aziende. Per questo per la prima volta abbiamo previsto 2, 2 mln di europer la costituzione di un fondo di progettazione, al fine di candidare più celermente progetti per ottenere finanziamenti europei e statali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento