menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il premier albanese Rama a Palazzo di Città, i consiglieri M5S attaccano Decaro: "Aula negata ai consiglieri ormai da un anno"

La nota di Carelli, Delle Fontane e Simone: "Peccato anche che noi consiglieri abbiamo dovuto scoprire casualmente di questo evento visto che ne il Sindaco di Bari né il Presidente del consiglio comunale si sono degnati di comunicarcelo"

"Nessun altro luogo della nostra città come l'aula del Consiglio comunale, dedicata al Sindaco Dalfino, il sindaco che nel 1991 gestì l'emergenza della nave Vlora, sarebbe simbolicamente idoneo ad accogliere la delegazione albanese capeggiata dal premier Edi Rama. Peccato che quella stessa Aula venga negata ai Consiglieri per svolgere le loro attività di Consiglio oramai da un anno a questa parte": è quanto affermano in una nota i consiglieri comunali baresi del M5S, Antonello Delle Fontane, Italo Carelli e Alessandra Simone, in merito alla visita, di domattina, del premier albanese Edi Rama a Palazzo di Città.

Il primo ministro sarà ricevuto dal sindaco Antonio Decaro, dal prefetto Antonella Bellomo, dal governatore pugliese Michele Emiliano e dalla presidente del Consiglio regionale Loredana Capone, in un appuntamento all’indomani della cerimonia commemorativa del Trentennale della migrazione albanese promossa dalla Regione Puglia. A margine dell’incontro la delegazione albanese - composta da 4 ministri e una rappresentanza del Parlamento - incontrerà il presidente di Confindustria Sergio Fontana e il presidente della Camera di Commercio di Bari Alessandro Ambrosi. I Cinquestelle lamentano di non essere stati informati dell'appuntamento, parlando di "mancanza di rispetto e garbo istituzionale".

"Peccato anche che noi consiglieri abbiamo dovuto scoprire casualmente di questo evento visto che ne il Sindaco di Bari né il Presidente del consiglio comunale si sono degnati di comunicarcelo" spiegano. Ho portato l'argomento all' attenzione della Commissione Trasparenza - conclude Carelli - e abbiamo deciso all'unanimità dei presenti di chiedere immediate spiegazioni a Decaro e Cavone"-

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento