menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il centrodestra incalza il sindaco: "Maggioranza sfilacciata in Consiglio. Primo cittadino distratto"

Conferenza stampa delle opposizioni dopo la seduta di ieri. Polemiche sull'approvazione della delibera su nuovi campi sportivi, l'assessore D'Adamo:  "Avevo chiesto ai dirigenti di relazionare in Consiglio"

Un sindaco "assente e distratto che non ritiene di esaminare in Consiglio comunale le soluzioni avanzate dai consiglieri di centrodestra alla grave emergenza idrica che da mesi attanaglia i baresi". Le opposizioni a Palazzo di Città criticano l'amministrazione cittadina all'indomani del Consiglio comunale di ieri, dove un ordine del giorno del centrodestra sull'emergenza idrica in città non ha avuto il voto favorevole dell'aula Dalfino. In conferenza stampa, i consiglieri Giuseppe Carrieri (Impegno Civile), Filippo Melchiorre (Fratelli d'Italia), Romeo Ranieri (Ap), Fabio Romito (Di-Misto), hanno chiesto le dimissioni di Decaro: "Il sindaco - spiega Melchiorre - assomiglia molto di più a Pinocchio. All'inizio del mandato aveva detto che sarebbe venuto in consiglio, non sta ricevendo i consiglieri i martedì. Dice delle cose e fa esattamente il contrario". L'odg proposto riguardava un contributo da parte del Comune per l'acquisto di autoclavi condominiali, idea non accolta e bocciata dai colleghi. ll Consiglio si è concluso attorno alle 23 per mancanza del numero legale, "caduto", spiega il centrodestra, su un'altra variazione di bilancio da 200mila euro riguardante alcuni eventi culturali riferiti a novembre e dicembre.

Sì alla delibera per bando Credito Sportivo

L'assessore al Bilancio del Comune di Bari, Alessandro D'Adamo, ha chiarito, attraverso una nota la sua posizione rispetto a uno dei provvedimenti approvati durante l'assemblea: "Ieri il Consiglio comunale ha approvato una delibera che candida al bando del Credito sportivo la realizzazione di 13 aree pubbliche per lo sport sparse in tutta la città. Per quanto mi riguarda condivido assolutamente il contenuto del provvedimento, ma non avendo potuto valutare con la struttura tecnica di una altra ripartizione comunale la procedura utilizzata per la stipula del mutuo, ho chiesto ai dirigenti di relazionare in Consiglio". Una precisazione su una variazione da 2 milioni di euro che aveva causato polemiche da parte delle opposizioni, ribadite in conferenza stampa: "E' paradossale che un assessore - hanno detto i consiglieri di centrodestra - non sapesse nulla del provvedimento, già approvato dalla Giunta".

La replica di D'Adamo

"La mia riserva - ha invece ribadito D'Adamo - al momento era meramente riferita a questo dettaglio tecnico e non certo al bando a cui ci stiamo candidando o ai progetti che l’amministrazione ha scelto di realizzare. Ad ogni buon conto credo che la soluzione proposta e adottata possa essere utile al raggiungimento del nostro scopo, che è quello di dotare la città di nuovi playground sportivi che possano offrire a tutti la possibilità di fare sport senza doversi rivolgere a impianti privati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento