menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Decentramento fantasma, il M5S: "I Municipi? Peggio delle Circoscrizioni"

I consiglieri comunali e municipali si sono dati appuntamento davanti Palazzo di Città per fare il punto sul trasferimento dei poteri ai nuovi enti di quartiere. Mangano: "Avviata raccolta firme affinché non siano più scatole vuote. Mancano mezzi e personale"

"Il costo della politica è stato leggermente ridotto, ma allo stato attuale, per la parte operativa, i Municipi sono anche peggio delle Circoscrizioni che c'erano prima". A dichiararlo è il consigliere-portavoce del Movimento 5 Stelle in Comune, Marco Mangano che questa mattina, assieme agli altri colleghi del M5S eletti a Palazzo di Città e nelle varie assemblee delle 5 istituzioni di quartiere in cui è suddivisa Bari, ha incontrato cittadini e stampa per discutere del mancato decentramento amministrativo a due anni di distanza dalla sua effettiva introduzione. Pochi poteri effettivamente trasferiti dal Comune ai Municipi, personale ridotto e fondi scarsi: il risultato è una miriade di problemi organizzativi, con la macchina burocratica sempre più ferma e inceppata. 

"Da mesi - spiega Mangano - aspettiamo il consiglio comunale monotematico sull'argomento. I disagi però sono quotidiani anche per gli eletti in municipio dove mancano computer e strumenti per far funzionare l'attività amministrativa e accedere agli atti. L'altro grosso problema sono le deleghe: per cultura e sport, le uniche effettivamente trasferite, vengono eergoati pochi fondi. E' impossibile mettere su una programmazione adeguata. Per i cittadini, inoltre, ci sono più problemi, come nel caso del Municipio 2 dove vengono spesi 15mila euro per un ufficio vuoto a Mungivacca con l'anagrafe attiva da tutt'altra parte della città".

Il M5S ha quindi avviato una raccolta firme per sbloccare la situazione a 1 anno e mezzo di distanza dall'insediamento della Giunta Decaro: "Non facciamo  - dice Mangano - il gioco dei partiti e per questo vogliamo dare un segnale. Qui c'è come l'impressione che il Comune non voglia mollare l'osso, ovvero le deleghe. Il Commissione comunale manca pure il vicepresidente, quindi i lavori procedono a rilento. Tutto ciò però non ha senso e noi vogliamo risposte assieme a tempi certi. Per qusta ragione chiediamo di sottoscrivere la nostra petizione assieme a un'altra che vorrebbe portare all'elezione aperta a tutti del sindaco e del Consiglio metropolitano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento