Politica

Comune, i fittiani lasciano Forza Italia. Ma si cerca il terzo consigliere

Pasquale Finocchio e Fabio Romito a breve formalizzeranno l'uscita dal partito di Berlusconi che rimarrà rappresentato da Irma Melini e Michele Picaro. Intanto Filippo Melchiorre (FdI) interviene sulle regionali, lanciando un appello alle forze dell'ordine: "Controllate ciò che avviene nei comitati elettorali"

Era stato già annunciata a marzo, quando l’aria di scissione tra Silvio Berlusconi e Raffaele Fitto si andava addensando in modo sempre più inequivocabile. Ora che la frattura tra l’ex premier e quello che lui stesso definì “la sua protesi” politica è cosa fatta, a Bari verra ratificata la formazione di un nuovo gruppo a Palazzo di Città: un ordine che l’ex ministro di Maglie ha fatto pervenire ai suoi anche per consolidare quei rapporti di forza che, all’interno delle varie assisi comunali, possono già rappresentare un viatico per la formazione di una nuova fase costituente. 

Nel gruppo consiliare di Forza Italia (composto da 4 consiglieri) rimarranno Irma Melini e Michele Picaro. La prima si è candidata alle regionali e si augura di lasciare Palazzo di Città ad un anno dall’elezione per poter così accasarsi in quel di via Capruzzi in veste di consigliera regionale. Gli altri due consiglieri comunali, il vicepresidente Pasquale Finocchio e Fabio Romito, a breve formalizzeranno l’uscita dal gruppo dei berlusconiani con l’obiettivo di creare una nuova formazione. Il regolamento comunale, però, prevede che per costituire un nuovo gruppo occorrano almeno tre consiglieri, motivo per cui non è escluso che presto qualche altro  consigliere possa entrare nelle fila dei fittiani anche in ragione di qualche malumore serpeggiante nella maggioranza.

Intanto, ieri mattina, il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Filippo Melchiorre, ha lanciato un appello agli organi di polizia “affinché controllino come viene esercitato diritto di voto che spesso viene comprato", "Noi il voto non lo compriamo ma lo conquistiamo. Non so se tutti gli altri partiti possono fare lo stesso invito alle forze dell'ordine" , ha continuato. E subito dopo ha invitato "il capo di gabinetto del prefetto, il questore e tutte le forze dell'ordine ad inviare persone in borghese nei comitati elettorali perché scopriranno tante cose. Siamo convinti che in Puglia questa cosa esiste".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, i fittiani lasciano Forza Italia. Ma si cerca il terzo consigliere

BariToday è in caricamento