Palazzo di Città in lutto, scomparsa Maria Maugeri

Assessore all'Ambiente della giunta Emiliano, era attualmente consigliera del Pd. Da sempre impegnata nelle battaglie ambientaliste, aveva seguito da vicino l'iter per la bonifica dell'ex Fibronit

Politica cittadina in lutto per la scomparsa di Maria Maugeri. 58 anni, Maugeri lottava da alcuni anni contro un male incurabile.

Assessore all’Ambiente nella giunta Emiliano, attualmente sedeva in Consiglio comunale con il Partito democratico ed era consigliera delegata del sindaco alle operazioni di bonifica dei siti inquinati, e presidente del Parco Lama Balice. Sempre in prima linea nelle battaglie a favore dell'ambiente, da assessore all'ambiente Maugeri si era impegnata per la bonifica e la messa in sicurezza dell'ex Fibronit, di cui, da consigliera delegata del sindaco, continuava a occuparsi. Laureata in Scienze Politiche e Scienze e Religiose, era insegnante di religione nella Scuola Media Superiore.

I funerali si terranno domani alle ore 16.30 presso la parrocchia 'San Marcello'.

LACARRA (PD): "HA DEDICATO LA SUA VITA ALLA CITTA' DI BARI" - Tra i numerosi messaggi di cordoglio per la scomparsa di Maria Maugeri, quello di Marco Lacarra, segretario regionale del Partito Democratico e consigliere regionale. "La passione politica, l’impegno nel sociale e a tutela dell’ambiente, l’energia e la grinta con le quali affrontava tutte le battaglie in Consiglio comunale. Maria Maugeri era un’amica e una validissima collega e compagna di partito che ha dedicato tutta la sua vita, fino all’ultimo, alla città di Bari. Ricordo con affetto e ammirazione il piglio e il suo coraggio nell’affrontare da assessore e consigliere comunale problematiche complesse come la Fibronit e tante altre ancora. Oggi è un giorno triste per me, per la politica e il Partito democratico perché ci ha lasciati una donna di raro spessore umano e politico. Con profondo dolore esprimo ai suoi cari il cordoglio di tutto il Partito democratico pugliese e mio personale". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

BRESCIA (COMITATO CITTADINO FIBRONIT): "PERDIAMO SPONDA NELLA NOSTRA BATTAGLIA" - In una breve nota pubblicata su Fb, Nicola Brescia, presidente del Comitato cittadino, ha espresso il cordoglio personale e del comitato per la scomparsa della consigliera. "Non posso nascondere quanto il mio rapporto con Maria Maugeri in questi lunghi anni di battaglia per la Fibronit, sia stato complicato, difficile e spesso contrastato. Abbiamo alternato momenti di grande scontro a momenti di grande collaborazione e amicizia. I nostri diversi ruoli ci hanno spesso contrapposto, ma sempre con grande rispetto e sincerità. L’ho incontrata l’ultima volta in occasione della consegna dell’area Fibronit al Comune di Bari da parte del Ministro dell’ambiente. Ho capito che non stava bene, ma ho voluto parlare con lei, scambiare le nostre sensazioni per ciò che stava avvenendo quella mattina. Ho sentito la sua sofferenza fisica ed ho provato una tristezza incredibile.
Oggi sono profondamente addolorato perché perdo una sponda sicura, agitata se vogliamo, a volte impervia, ma sicura. Un punto di riferimento nella battaglia Fibronit che sta per giungere al termine anche grazie a lei. A nome di tutto il Comitato Cittadino Fibronit esprimo il più profondo cordoglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 100: coinvolte 5 auto e un furgone, otto feriti. Aggredito soccorritore del 118

  • L'alga tossica 'invade' il litorale di Bari e dintorni: valori alti in città e in alcune località della provincia

  • In Puglia 20 nuovi casi di Covid, 4 nel Barese. Il dg dell'Asl: "Due nuclei familiari contagiati"

  • Dieci nuovi casi di covid in Puglia e nessun decesso. Un positivo in più nel Barese

  • "Paga 50mila euro o bruceremo gli ulivi e faremo del male ai tuoi familiari": cinque baresi in manette dopo il blitz

  • Estorsioni ai danni di un imprenditore: scatta il blitz all'alba, cinque persone in manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento