Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Mola, presentazione del nuovo progetto definitivo di piazza XX Settembre

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

In data 03/03/2015 presso la sede del comitato elettorale Matteo Ranieri Sindaco sito in C.so Umberto I al civico 20-22, si e' svolto l'incontro di presentazione del nuovo progetto definitivo di P.zza XX Settembre. La presentazione di tipo pubblica e' avvenuta innanzi ad una platea di cittadini, commercianti e rappresentanti di alcuni associazioni di categoria nonchè culturali molesi. Da un'analisi sulle variazioni progettuali e logistiche nonché strutturali che si evincono dal progetto, sono emerse alcune perplessità e criticità che avrebbero delle conseguenze economiche e sociali sul nostro territorio oltre che di vivibilità dei residenti ed operatori. Non meno importante la rilevanza storica dovuta alla presenza del nuovo sagrato.

Non condividiamo la procedura applicata al bando, auspicavamo che per un massimo confronto di idee progettuali poteva essere promosso un concorso di progettazione con opzioni di affidamento di incarico e che tale progetto di importanza storica,sociale,architettonica nonché con ricadute economiche sugli operatori del settore andava condiviso con cittadini,attività ed associazionismo locale. Procedimento mai condiviso da questa amministrazione e dalle precedenti è l'applicazione dell'art. 253 del D.P.R. 5 ottobre 2010 comma 5 in cui si dà la possibilità al progettista di prevedere nel raggruppamento temporaneo di lavoro, l'inserimento di professionisti locali laureati e abilitati con meno di cinque anni di esperienza,tale da far crescere professionalmente i giovani locali inseriti nel settore. Inoltre si ritiene inopportuno un appalto integrato per un'area di importanza storica con ripercussioni storico/ambientali. Altro tema che determina delle perplessità è la mancanza del parere della sovrintendenza al progetto definitivo, demandando tale parere al progetto esecutivo che verrà realizzato dall'azienda aggiudicataria dei lavori. Inverosimile la previsione da crono-programma di 2 mesi per l'ottenimento dello stesso parere. Altre perplessità sono emerse nell'analisi del progetto sulla mancata previsione della canalizzazione delle acque bianche anche sulla scorta dell'eliminazione dei marciapiedi, lo stesso prevede un nuovo flusso delle acque piovane proveniente dalle strade che sfociano in Piazza XX Settembre. Non si può trascurare, inoltre che il progetto prevede l'eliminazione, da Piazza XX Settembre, di circa 100 posti auto ,senza prevedere delle aree di parcheggio alternative, oltre a non valutare la presenza di alcune aree di carico e scarico di alcune attività (ad esempio il supermercato) che sarebbero costretti a congestionare il traffico per poter svolgere le operazioni in questione.

A fronte di queste riflessioni e considerazioni dall'incontro sono maturate delle linee di indirizzo che potrebbero rendere il progetto una risorsa e non un problema. Le linee emerse sono le seguenti:

  1. Un sistema parcheggi flessibile tra area pedonale in festivi,Week-end,sere estive e giornate feriali ove la necessità del parcheggio è fondamentale;

  1. Contestualmente sia applicato un piano sul traffico che individui un area parcheggio in festivi,Week-end,sere estive quando la piazza diventa pedonale, prevedendo anche delle aree per i residenti.
  2. Istituzione della commissione consultiva come previsto dall'art 1.8 comma 3 del C.S.A. (capitolato speciale d'appalto) composta da rappresentanti di categoria,associazioni e professionisti tecnici di comprovata esperienza nei lavori pubblici per la disamina delle problematiche e proposte per il progetto esecutivo.
  3. ai fini dell'art. 1.8 del C.S.A., il responsabile del procedimento richieda tutti gli elaborati previsti dalla norma compresa una dettagliata rappresentazione di foto-rendering tali da favorire una corretta valutazione di impatto ambientale e illuminotecnica/artistica tali da rendere il progetto comprensibile a tutta la collettività.
  4. Esecuzione dei lavori a lotti affinchè P.zza XX Settembre non diventi un cantiere per circa un anno ma che si individuino i lavori a zone e/o piazzette.
  5. Previsione di un nuovo piano di raccolta acque piovane sulla base delle nuove condizioni presenti nel progetto con l'assenza dei marciapiedi spesso veicolanti delle acque piovane.
  6. L'inzio dei lavori non avvenga nei periodi Primavera/Estate ma Autunno/Inverno per non compromettere l'utilizzo della Piazza nei mesi di maggiore fruibilità pedonale.
  7. Sul nuovo Sagrato confrontarsi con le associazioni culturali del nostro paese e gli storici prima di procedere all'esecuzione di tale opera, se opportuno, effettuare una riserva sulla parte del progetto riguardante tale opera

Il Polo dei Cittadini nella sua collaborazione ai progetti che fanno crescere il nostro paese mette anche a disposizione i nostri esperti per eventuali suggerimenti e proposte.

Addetto Stampa del Polo dei Cittadini

Geom.Luigi Ranieri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mola, presentazione del nuovo progetto definitivo di piazza XX Settembre

BariToday è in caricamento