"Il sindaco Decaro prenda esempio dal Comune di Iseo e sostenga la martenità e il diritto alla vita"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Il benemerito Comune di Iseo assicura 160 euro al mese per 18 mesi alle donne come sostegno alla maternità per assicurare il diritto a nascere ed evitare gli aborti. Un provvedimento valoriale: la donna che rivede la sua intenzione di abortire - spesso dovuta a difficoltà economiche - ha la possibilità di avvalersi di un intervento economico straordinario aderendo a un progetto sociale individualizzato che la accompagni durante la gravidanza ed anche dopo il parto. E' questo quanto è stato proposto e votato pochi giorni fa in consiglio comunale a Iseo, comune bresciano sull'omonimo lago. La notizia, colposamente taciuta dai media mainstream, riceve il plauso del Popolo della Famiglia, che la rilancia in tutta Italia. E' una dimostrazione di sensibilità delle Istituzioni nei confronti delle madri in difficoltà, e ci ricorda come anche le amministrazioni locali possano, per la loro competenza, affrontare grandi temi etici riguardanti la vita e la famiglia. Solo nella famiglia c’è il vero investimento e non sulla cementificazione aggressiva della Città. Il Sindaco Decaro prenda spunto dal piccolo Comune di Iseo e istituisca il Reddito di Maternità, unica soluzione in grado di abbattere la peste bianca della denatalità e la piaga dell’aborto”; gli fa eco Mirco Fanizzi, segretario cittadino , recentemente riconfermato Coordinatore Regionale PDF per la Puglia al Congresso Nazionale di Pomezia: “Sono queste le iniziative che rendono grande per davvero una Città; prendendo spunto dalla nostra proposta di legge di iniziativa popolare chiamata appunto Reddito di Maternità, stiamo sollecitando tutti i Comuni pugliesi ad imitare l’iniziativa attuata dal Comune di Iseo, e una proposta analoga verrà presentata anche all’Amministrazione Regionale. La Puglia può e deve farlo, anche perché nel mondo è conosciuta – oltre per le proprie bellezze storiche e paesaggistiche - anche per la creatività dei suoi cittadini; a quanto pare, dati Istat alla mano tra meno, di trent'anni la quasi totalità della sua popolazione sarà composta da over cinquantenni, è un trend che va fermato senza esitazioni”.

I più letti
Torna su
BariToday è in caricamento