Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Concorsi per un posto in Comune: al via le nuove regole

Il provvedimento approvato dalla giunta stabilisce le modalità di accesso ai concorsi e fissa le regole delle prove. Stop alle agevolazioni ai parenti e accesso al lavoro più meritocratico

Da ora in poi ottenere un posto in Comune per i più preparati dovrebbe essere più semplice. La giunta ha infatti approvato il nuovo regolamento sui concorsi. Il provvedimento, adeguandosi alle norme nazionali, nel dettaglio stabilisce le modalità di accesso all'esame e fissa le regole delle prove. Cosa ancora più importante è basato sul principio della meritocrazia: stop al lavoro con ingresso agevolato per i parenti dei dipendenti e introduzione dei titoli di studi obbligatori per ogni profilo.

Proprio al fine di evitare raccomandazioni e scorciatoie varie il testo introduce il divieto di sedere nel nucleo degli esaminatori e di giudicare un parente e premia gli studiosi introducendo i titoli di studio obbligatori per ogni profilo. Regole più ferre anche per coloro che già lavorano all'interno della pubblica amministrazione: stabiliti i casi di incompatibilità. Progettisti, ingegneri, architetti, geometri non potranno ricevere incarichi dai privati, nemmeno come  consulenti. Divieto assoluto di seguire o pronunciarsi su lavori o opere all'infuori di quelle che riguardano il Comune, fatta eccezione per i cantieri aperti dalla propria famiglia.


Il nuovo vademecum per i concorsi introduce infine alcune figure professionali come l'ingegnere ambientale. Ora che le regole sono state stabilite non resta che attendere i concorsi. Gli ultimi sono stati nel 2006 e in tempi di crisi come quello che stiamo vivendo sono in molti ad augurarsi che vengano fissati al più presto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi per un posto in Comune: al via le nuove regole

BariToday è in caricamento