Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Congresso Sel, Cipriani unico candidato: "Inutile scindere l’atomo"

Oggi e domani a The Hub il congresso provinciale. Si va verso la riconferma del coordinatore uscente. "Vogliamo evitare divisioni, importante ribadire il ruolo della partecipazione nelle scelte del partito"

Lorenzo Cipriani

Si svolgerà oggi e domani il congresso provinciale di SeL. A differenza del Pd non ci saranno tre mozioni. Nel partito di Vendola il rischio fratture è scongiurato. O almeno così sembra ascoltando il coordinatore provinciale Lorenzo Cipriani, unico candidato alla guida della segreteria barese. “Al momento c’è la mia candidatura anche se non è escluso che oggi possano essere presentate altre disponibilità, ma vorremmo evitare di scontrarci anche perché, nel nostro caso, la divisione potrebbe apparire come la scissione di un atomo che di sicuro non gioverebbe all’unità del partito”.

I lavori si svolgeranno alla Fiera del Levante presso “The Hub” lo spazio di co-working attivato anche grazie al contributo della Regione Puglia. “La mia proposta  - continua Cipriani - sarà quella di partire dall’esperienza positiva dell’amministrazione regionale per mettere in rilievo alcune delle tematiche chiave per lo sviluppo del territorio come le politiche giovanili, l’innovazione, l’agricoltura e la ricerca: spinte propulsive soprattutto per quel che concerne la creazione di nuovi posti di lavoro”.

Il partito di Vendola non sta conoscendo un momento florido. Nelle ultime politiche nazionali Sel è riuscito ad entrare in Parlamento grazie al “salvagente del Pd” e raccogliendo solo il 3% delle preferenze sul territorio nazionale. Il passaggio delle parlamentarie pugliesi è stato contrassegnato da ombre di poca trasparenza, con tanto di esposto alla Procura di Brindisi da parte dello psichiatria Franco Colizzi (all’epoca candidato) che denunciò diverse irregolarità nelle operazioni di voto. Alcuni giorni fa sono stati sono stati notificati 21 avvisi di garanzia a carico di alcuni scrutatori accusati di "falsità in scrittura privata". Senza dimenticare  i contrasti tra i vertici del partito locale e un pezzo consistente della base pugliese circa la collocazione in lista dei candidati da eleggere in Parlamento.    

Ma Cipriani invita a non guardare al passato: “Crediamo nello strumento delle primarie e nel ruolo della partecipazione; nel mio documento sottolineo come si debba  prendere esempio dall’Spd tedesca e consultare  la base in ogni passaggio chiave della vita del partito”. Sulla necessità di dotare Bari di un segretario cittadino non ci sono dubbi. In questi anni, infatti, il capoluogo regionale non ha mai avuto una persona deputata a questo compito, contando sul coordinamento del segretario regionale Gano Cataldo. “Credo che si debba iniziare a fotografare l’intera area metropolitana di Bari e, in questa ottica, eleggere un segretario cittadino per ogni municipio affinché si lavori in stretta sinergia; per questo proporremo delle modifiche al nostro Statuto”.

In questi mesi di campagna elettorale, la voce di SeL si è avvertita poco nel dibattito cittadino. Dopo la costituzione del tavolo delle forze della maggioranza, il partito di Vendola ha deciso di temporeggiare in vista di un probabile appoggio ad Antonio Decaro  del Pd. Non ci sono ufficialità, ma la direzione sembra già consolidata. “Discutiamo della città e di quello che dobbiamo realizzare a partire dall’esperienza Emiliano - conclude Cipriani -  il resto verrà dopo”. Ma quando?  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Congresso Sel, Cipriani unico candidato: "Inutile scindere l’atomo"

BariToday è in caricamento