menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assestamento bilancio e Documento Programmazione: tre sì del Consiglio comunale

Lunga seduta per l'approvazione delle novità riguardanti il budget cittadino: più fondi per Cultura e Servizi Sociali. le opposizioni "Ennesima farsa"

Tre sì del Consiglio comunale nell'importante seduta 'fiume' dedicata ad altrettanti provvedimenti amministrativi, ovvero l'assestamento del Bilancio di Previsione 2017-2019, il Documento Unico di Programmazione e la verifica sullo stato di attuazione dei programmi all'interno del Dup sempre per il triennio 2017-2019.  Per quanto riguarda il Bilancio, la manovra per l'anno in corso ammonta a 23,18 milioni di euro con una riprogrammazione di una serie di spese, tra cui 2,5 milioni di euro in più. Tra le novità più importanti vi sono 500mila euro assegnati alla cultura, 1,3 milioni assegnati al Welfare tra i quali 900 mila euro per interventi sociali in favore dei minori.

Più iniziative per il sociale

Questi soldi, in particolare, spiega il Comune, sono "frutto dell’accordo tra ANCI e ministero dell’Interno che riconosce ai Comuni che accolgono i migranti richiedenti protezione sul proprio territorio un contributo pro capite (per migrante) pari a 500 euro da investire senza vincoli di destinazione. Risorse trasferite al Comune di Bari che ha deciso di destinarle agli interventi sociali attraverso il finanziamento del servizio di accoglienza a bassa soglia presso i moduli abitativi della Croce Rossa Italiana, in via di Maratona, delle case di comunità destinate alle persone senza dimora e sottoposte a sfratto esecutivo con l’ampliamento di ulteriori 120 posti letto, del centro di accoglienza notturna per adulti in difficoltà, di un servizio sperimentale di home maker integrato SEMI in favore di minori con disabilità e del servizio Unità di strada che comprende il PIS e l’equipe di contrasto alle dipendenze da droga, alcol e gioco".

L'assessore: "Tre traguardi importanti in un solo giorno"

“Si tratta di tre prestigiosi traguardi realizzati in un solo giorno grazie al senso civico dell’intero Consiglio - ha affermato l’assessore al Bilancio Alessandro D’Adamo - che in una mini maratona ha assicurato il rispetto dei termini fissati dal legislatore al 31 luglio di ogni anno e creato i presupposti per una fluida gestione amministrativa per l’anno 2017 e per i successivi. Sono molto soddisfatto per un’impresa senza precedenti: ringrazio tutti i consiglieri comunali presenti in aula per il senso civico e la costruttiva dialettica che ha caratterizzato la seduta consiliare, il presidente del Consiglio Pasquale Di Rella per l’autorevole direzione dei lavori e i colleghi assessori, nonché il direttore di Ragioneria Giuseppe Ninni”.

Il centrodestra: "Ennesima farsa in Consiglio"

Critiche arrivano dalle opposizioni: "Quest'oggi in aula Dalfino - spiega la consigliera Irma Melini (ScelgoBari) - sì è assistito all'ennesima farsa. Da un lato la verifica della documento di programmazione, con una serie di dati autoreferenziali, che non trovano conferma in nessun tipo di indagine sulla soddisfazione del cittadino, indagini che anche la legge Madia aveva auspicato per l'efficacia del governo cittadino. D'altronde se interrogassimo i cittadini sarebbe evidente il fallimento di questa Amministrazione. Qualche esempio su tutto: Decentramento? Se ne parla, ma di fatto non esiste sia nelle funzioni sia per le risorse, per questo i municipi restano soltanto un grande spreco per milioni di euro. Commenti negativi anche dal consigliere Giuseppe Carrieri (Impegno Civile): "Discutere in seduta consiliare dei riequilibri del bilancio annuale del Comune di Bari e del principale documento di pianificazione dell’azione amministrativa cittadina in assenza del Sindaco, di mezza giunta comunale e di larga parte dei consiglieri comunali di maggioranza è più che mortificante. E’ offensivo del ruolo del Consiglio Comunale, massima espressione (politica) dei Cittadini baresi, che anche in tal modo viene disprezzato da chi –protempore- esercita il ruolo di Sindaco e di consigliere maggioranza".

M5S: "Approvati due nostri ordini del giorno"

Il Movimento Cinque Stelle, invece, sottolinea l'approvazione, nel corso della seduta, di due ordini del giorno che impegnano l'amministrazione comunale: "Il primo - spiegano i consiglieri Sabino Mangano e Francesco Colella -riguarda la creazione di uno sportello per il Diritto alla Casa e per l'Emergenza Abitativa, dove finalmente i Cittadini in difficoltà, che hanno perso casa o stanno per perderla, potranno essere seguiti durante tutto l'iter di supporto attraverso una procedura chiara, trasparente e più rapida. Il secondo invece intende istituire anche a Bari il Reddito Energetico come adottato dal Comune a 5 Stelle di Porto Torres. Per arrivare a questo risultato abbiamo quindi impegnato l'Amministrazione ad istituire un tavolo di lavoro con il Comune di Porto Torres. Ovviamente vigileremo e sproneremo l'Amministrazione fino all'attuazione concreta dei due ordini del giorno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento