Monotematica Sanità, ancora scontro in Comune. La Maggioranza: "Basta prese in giro delle Opposizioni"

Schermaglie in aula: il centrosinistra aveva deciso di abbandonare la seduta. Bronzini (Pd): "Stop ai giochi nelle sedi istituzionali". La replica: "Il sindaco dia risposte sulla salute dei baresi"

"Noi non ci stiamo a questo gioco nei siti istituzionali. Abbiamo il compito di non prendere in giro i cittadini, non giochiamo di fantasia": la Maggioranza non ci sta e l'ennesima (la nona, di fatto a vuoto nel 2018) Monotematica sulla Sanità cittadina in Consiglio comunale va a vuoto dopo meno di un'ora. Giusto il tempo anche di qualche schermaglia tra il capogruppo del centrosinistra, Marco Bronzini (Pd) e gli esponenti delle opposizioni. Lo stesso Bronzini, assieme ai suoi colleghi di schieramento, aveva spiegato, in una conferenza stampa prima della seduta, le ragioni della posizione della Maggioranza: "Mercoledì e venerdì prossimo ci saranno altre due Monotematiche - spiega - su Edilizia Giudiziaria e Zone Economiche Speciali. Noi siamo disponibili a parlare di temi sottoposti in maniera concreta in altri luoghi. Le stesse Commissioni consentono di invitare esperti. Se si hanno proposte politiche si lavora in un certo modo, altrimenti si cercano solo i fuochi d'artificio". Sulla stessa lunghezza d'onda anche Antonio Mariani (Decaro per Bari): "Utilizzare la salute significa adoperare strumentalizzazioni di infimo livello e di un gioco perverso. Non imbavagliamo nessuno tant'è che spesso parlano solo le opposizioni. Vogliono fare la campagna elettorale? Ce la giochiamo l'anno prossimo". Per Francesco Giannuzzi (Decaro Sindaco) "non è certamente utilizzando una sala istituzionale che si fa la campagna elettorale, con i soldi dei cittadini". Su questo argomento, la Maggioranza ha tenuto a precisare di voler adottare lo stesso leitmotiv di oggi per le prossime monotematiche, ovvero far insediare la seduta e poi farà cadere, per evitare che costino il doppio con una seconda convocazione.

Critiche e proteste dal Centrodestra

Le opposizioni, al momento della caduta del numero legale hanno agitato dei foglietti con scritto 'Vergogna', indirizzati verso la Maggioranza: "Riteniamo - dice Filippo Melchiorre (Fratelli d'Italia) in una conferenza stampa convocata post-Consiglio - che il sindaco debba esprimere un parere sulla questione dell'Emergenza sanitaria. Dispiace che la Maggioranza preferisca scappare". Mimmo Di Paola (Impegno Civile) sottolinea che "la mozione da noi presentata aveva richieste specifiche. Sono molto deluso dal comportamento del Centrosinistra. Non intendevamo fare protesta politica". I colleghi Michele Picaro (Forza Italia) e Fabio Romito (Misto DiT) annunciano, assieme agli altri esponenti del centrodestra, di "effettuare un tour dei Pronto Soccorso cittadini, dove vi sono lunghe liste d'attesa e pochi medici a disposizione della collettività".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • La Puglia 'promossa' da zona arancione a zona gialla (nonostante l'Iss contrario): c'è l'ordinanza del ministro Speranza

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Stop agli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre, comuni 'chiusi' a Natale e Capodanno: il governo approva il decreto

Torna su
BariToday è in caricamento