menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre 200 emendamenti dalle Opposizioni: il Consiglio salta sulla rateizzazione delle tasse comunali

Nuovo scontro tra centrodestra e centrosinistra sul regolamento che potrebbe accorciare i tempi per pagare i debiti tributari, ad oggi dilazionabili fino a 120 mesi

Nuove frizioni tra maggioranza e opposizione per un Consiglio comunale saltato, nel quale si sarebbe dovuto discutere delle regolamento sulle tempistiche riguardanti la rateizzazione delle imposte comunali. Una seduta terminata, di fatto, al momento del deposito di ben 203 emendamenti da parte del centrodestra, contrario alla proposta dell'assessore al Bilancio Alessandro D'Adamo che accorcerebbe da 120 a un massimo di 36 mesi la rateizzazione dei debiti con il Comune, con i limite a 12 per chi deve una cifra non superiore ai 1500 euro e a 24 se l'importo dovuto è tra i 1500 e i 25mila.

"Con rammarico e stupore - scrivono in una nota i consiglieri Caradonna, Carrieri, Di Paola, Melchiorre, Picaro e Romito prendiamo atto che la maggioranza abbandona l’aula, dopo le nostre intransigenti posizioni a difesa delle categorie più deboli. Per modificare lo scellerato regolamento presentato, l’opposizione ha presentato delle proposte di modifica che ha trovato il muro ostruzionistico della maggioranza targata Decaro. L’opposizione lotterà fino alla fine per impedire questa ingiustizia sociale". Dalla Maggioranza, invece, rispondono che si tratta solo di "ostruzionismo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento