menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Amtab, scontro in Consiglio. L'opposizione attacca, Decaro: risanamento procede

Dibattito acceso durante la monotematica chiesta dalle forze di opposizione, il cui ordine del giorno è stato poi bocciato dalla maggioranza. Il sindaco in aula presenta una relazione sullo stato dell'azienda e annuncia di aver consegnato nuovi documenti ai carabinieri

Dopo il primo tentativo fallito ad agosto, la monotematica del Consiglio comunale chiesta dall'opposizione per discutere dell'Amtab alla fine c'è stata. Una discussione durata oltre cinque ore, in cui non sono mancati i momenti di tensione, ma durante la quale si sono essenzialmente ridiscusse questioni e problematiche già note, dalle inefficienze del servizio ai rischi sicurezza per il personale, alle criticità emerse nei giorni scorsi durante l'audizione dei vertici Amtab in Commissione Trasparenza sulla situazione finanziaria dell'ente e sul suo piano di rilancio.

Le opposizioni, sottolineando la "totale impossibilità del Consiglio comunale e della cittadinanza di conoscere l'effettivo e puntuale stato di attuazione del piano di rilancio", hanno presentato un ordine del giorno in cui chiedevano all'amministrazione Decaro di impegnarsi, tra le altre cose, a fornire chiarimenti sull'applicazione del piano di risanamento approvato a dicembre 2014, e a rinnovare i vertici aziendali, fissando come termine ultimo la data del 20 aprile. Il documento tuttavia è stato bocciato dalla maggioranza, con 17 no, sei sì e un astenuto.

Nel corso del suo intervento in aula (una lunga relazione supportata da slide, che ha scatenato le proteste dell'opposizione) il sindaco ha parlato della situazione attuale della municipalizzata, elencando i primi risultati raggiunti nel percorso di risanamento. Il primo cittadino ha inoltre annunciato di aver consegnato ai carabinieri il dossier dell'ex presidente dell'Amtab, Antonio Di Matteo, relativo a presunte irregolarità nelle gare per l'acquisto dei bus negli anni passati. Per quanto riguarda la situazione dell'azienda, Decaro ha sottolineato, tra i risultati positivi, "una prima consistente riduzione delle assenze brevi (-20% il 2° trimestre 2015 rispetto al 1° trimestre e -30% sul 2014) e in particolare delle assenze per malattia nei primi tre giorni (-40%). Alla fine del 2015 il dato si è attestato intorno al 20%  realizzando 3328 giornate in meno di assenza". "Contemporaneamente - ha spiegato Decaro - si è intervenuti sull’efficientamento dei processi di revisione di officina e degli impianti con una riorganizzazione generale delle procedure dell’ufficio gare e contratti, tenuto conto che era (ed è) in corso un’indagine della magistratura per presunte violazioni delle norme del codice degli appalti pubblici, e l’espletamento delle gare più urgenti". Altra nota positiva sottolineata dal primo cittadino, le prime azioni per il rinnovo del parco mezzi con l'acquisto di 12 autobus nuovi, 22 autobus usati, di cui un 18 mt snodato e altri 3 autobus snodati usati in attesa di immatricolazione. "In ultimo - ha ricordato Decaro - durante il 2015 la società si è impegnata in un’intesa attività di revisione del bilancio aziendale con la collaborazione di una consulenza aziendale esterna Deloitte". 

Altro capitolo quello del contrasto all'evasione - con l'intensificazione dei controlli sui mezzi - e della vendita di biglietti. "Solo nell’ultimo mese di marzo - ha ricordato Decaro - sono stati venduti 234.155 biglietti a fronte dei 163.611 biglietti dello stesso mese del 2014 con un saldo positivo del 45% determinando un ricavo mensile superiore di circa 70.000 euro rispetto all'anno precedente". Nel periodo dall'11 gennaio al 24 marzo sono state elevate 2748 sanzioni. Ultimo nodo affrontato quello della sicurezza dei conducenti, sempre più spesso vittime di minacce e aggressioni fisiche, per cui sono state accelerate, ha affermato il primo cirradino "le procedure di acquisizione di sistemi di sicurezza passiva sui mezzi, con l'acquisto e l'installazione di nuove telecamere".

Decaro ha infine elencato anche i successivi passi previsti nel percorso di risanamento, dal nuovo contratto della sosta e rimodulazione del TPL, che dovrebbe essere sottoposto all'approvazione della Giunta nei prossimi giorni, all'acquisto di 50 nuovi autobus e all'approvazione del Piano di riorganizzazione delle linee.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento